Gesualdo (Avellino), esplosione in un deposito di botti

Tragedia a Gesualdo (Avellino). L’esplosione in un deposito di botti ha provocato la morte di una persona che si trovava all’interno della struttura.

GESUALDO (AVELLINO) – Tragedia a Gesualdo, paese in provincia di Avellino. Un uomo – secondo quanto comunicato dai carabinieri citati da Sky TG24 – avrebbe perso la vita in seguito ad un’esplosione che ha coinvolto il deposito di fuochi artificiali.

Il rogo sarebbe divampato nel pomeriggio di giovedì 14 marzo 2019 con l’edificio che è stato completamente distrutto. Sul luogo si sono recati vigili del fuoco e personale del 118. Spente le fiamme, i soccorritori avrebbero individuato il cadavere di una persona. Sono in corso le operazioni di salvataggio.

Vigili del Fuoco
fonte foto https://www.facebook.com/vigilidelfuocolafanpage/

Esplosione in una fabbrica di fuochi d’artificio a Gesualdo, botto sentito a diversi chilometri di distanza

Un botto è risuonato nel pomeriggio di giovedì a Gesualdo, in provincia di Avellino. Un deposito di fuochi d’artificio è esploso per motivi ancora da verificare con l’esplosione che è stata sentita anche a diversi chilometri di distanza. L’incidente ha causato un calo del servizio elettrico ritornato alla normalità dopo pochi minuti. Il bilancio sarebbe di un morto ma sono in corso tutte le verifiche per capire se altre persone erano presenti all’interno dell’edificio.

Terminate le operazioni di soccorso, i vigili del fuoco inizieranno tutti i controlli per capire cosa ha provocato questa esplosione. Al momento nessuna ipotesi è esclusa ma per iniziare a chiarire la dinamica si attendono delle prove certe. Un pomeriggio di paura a Gesualdo con l’esplosione di una fabbrica di fuochi d’artificio che ha causato la morte di uno dei dipendenti.

La zona è stata isolata per evitare dei possibili altre esplosioni. Questo pericolo non ci dovrebbe essere ma precauzionalmente si è deciso di chiudere la strada. Sono in corso tutte le operazioni per recuperare il cadavere individuato.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/vigilidelfuocolafanpage/

ultimo aggiornamento: 14-03-2019

X