Esplosione in un mercato a Gela, il bilancio è di sette feriti

Esplosione in un mercato a Gela, 7 feriti

Gela, esplosione improvvisa in un mercato. Il bilancio è di sette feriti, due sono in gravi condizioni. Si indaga per chiarire le cause.

Paura a Gela per una violentissima esplosione in un mercato. Il bilancio è di sette feriti, due dei quali sarebbero in gravi condizioni.

Esplosione in un mercato a Gela, due feriti ricoverati in gravi condizioni

La detonazione è avvenuta proprio nel cuore del mercatino allestito nella città. Per la precisione si tratta del mercato di via Madonna del Rosario, a pochi metri dalla stazione centrale di Gela.

Il bilancio del grave incidente è di almeno sette feriti, due dei quali sarebbero in condizioni molto gravi. Non è chiaro se siano addirittura in pericolo di vita, ma per ulteriori informazioni sarà necessario attendere il prossimo bollettino medico.

Non si esclude che il bilancio, almeno per quanto riguarda i feriti, possa ulteriormente aggravarsi. Tante persone sono rimaste coinvolte nell’esplosione, avvenuta intorno a mezzogiorno, quando il mercato era particolarmente affollato.

Per molte persone, fortunatamente, sono bastati i soccorsi del personale del 118 che hanno prontamente raggiunto la zona.

Paramedici
Paramedici

Le cause dell’esplosione

Stando alle informazioni raccolte, e confermate anche dall’Ansa, sembra che l’incidente sia stato causato dall’esplosione di una bombola del gas di un banco per il pollo allo spiedo.

Le fiamme hanno travolto gli addetti del banco che sono stati investiti dall’esplosione e sbalzati dallo spostamento d’aria che li ha colpiti in pieno.

Le bombola del gas avrebbe preso fuoco prima di esplodere. Restano ancora da chiarire le cause esatte e la dinamica dell’incidente.

I racconti dei testimoni presentano una scena da film. Diverse persone hanno provato ad allontanarsi dal rogo con i vestiti in fiamme e sono stati soccorsi solo dopo alcuni metri.

Tanta la paura, sottolineata dalle urla disperate dei presenti, in preda al panico e alla ricerca di una via di fuga sicura per lasciarsi alle spalle le fiamme e il rischio di nuove esplosioni.

ultimo aggiornamento: 05-06-2019

X