Nuova esplosione in Sri Lanka, ferito un giornalista italiano

Non si fermano le esplosioni in Sri Lanka. Una detonazione si è verificata nei pressi di una chiesa. Ferito un giornalista italiano.

COLOMBO (SRI LANKA) – Continua la striscia di sangue in Sri Lanka. Dopo le esplosioni della giornata di ieri, a Colombo anche nel giorno di Pasquetta una bomba è scoppiata nei pressi di una Chiesa. Secondo quanto riferito dai media locali, la detonazione è avvenuta mentre si stava cercando di spostare l’ordigno. Non si registrano particolari danni se non un giornalista italiano rimasto ferito leggermente da una scheggia.

Le condizioni dell’inviato di La Repubblica non destano particolari problemi e nelle prossime ore dovrebbe ritornare in Italia per completare il percorso di recupero.

Attentati in Sri Lanka, si pensa ad una matrice jihadista

Le indagini sulla striscia di attentati nei giorni di Pasqua continuano. Si pensa ad una matrice jihadista anche se al momento non ci sono state rivendicazione da parte di gruppi di terroristi. L’attenzione in Sri Lanka è sempre molto alta visto che dagli USA confermano che in futuro potrebbero essere altri episodi di natura molto simile.

Sri Lanka
fonte foto https://twitter.com/CentroAstalli

Attentati in Sri Lanka, 24 le persone arrestate

Al momento le autorità locali hanno arrestato 24 persone ma soprattutto hanno trovato ben 87 detonatori vicino la principale stazione di autobus di Colombo. Un chiaro indizio di un possibile nuovo attentato che è stato sventato dai militari con il bilancio che poteva essere molto grave.

Continua, intanto, a salire il numero delle persone rimaste uccise nel giorno di Pasqua. Siamo arrivati ad almeno 290 vittime tra cui 36 stranieri ma non ci dovrebbero essere italiani. Tra i morti anche tre dei quattro figli del patron danese di Asos che si trovavano in uno degli alberghi colpiti dagli attentatori. A riportare la notizia è il The Guardian che pubblica una delle ultime foto su Instagram da parte degli eredi del miliardario Povlsen.

fonte foto copertina https://twitter.com/CentroAstalli

ultimo aggiornamento: 22-04-2019

X