Etichetta pneumatici: come leggerla

Ecco come leggere l’etichetta pneumatici

chiudi

Caricamento Player...

Nel novembre del 2012 la Comunità Europea ha imposto a tutti i produttori di pneumatici di dotare ogni modello di un’apposita etichetta in maniera tale da far conoscere al proprietario tutte le proprietà del pneumatico e scegliere dunque, quello che fa al proprio caso.

Sebbene siano passati 5 anni da quando è stata introdotta tale direttiva, ancora oggi, sono molti gli automobilisti che non sono capaci di decifrare i parametri indicati dall’etichetta.

Leggere l’etichettatura di un pneumatico

L’etichetta non è altro che l’identikit di una gomma, per mezzo di tale documento ci consente di capire meglio le caratteristiche che tale pneumatico possiede, descrivendone l’efficienza economica nonché ambientale.

Ecco i parametri che vengono messi in evidenza nell’etichetta

  • efficienza energetica delle gomme
  • aderenza sul bagnato
  • livello di emissioni acustiche delle gomme

L’etichetta con tutte le informazioni inerenti verrà collocata sul battistrada della gomma in vendita e procedere così all’acquisto.

Per quanto riguarda la prima voce, ovvero efficienza energetica delle gomme, si intende la resistenza al rotolamento. Infatti ad ogni rotazione della ruota, la gomma tende a surriscaldarsi incidendo sul consumo del carburante.

Quindi in altri termini, maggiore è la resistenza al rotolamento minore è il consumo di carburante, quindi maggiore è l’efficienza energetica. L’efficienza è espressa attraverso una scala di sette valori, da “A” alla “G”. Pneumatici caratterizzati dalla classe “A”, il veicolo migliora il proprio consumo a differenza di un’auto con gomme di classe “G”.

L’aderenza sul bagnato descrive lo spazio di frenata e la tenuta di strada di un veicolo in caso di pioggia e umidità sull’asfalto. Anche qui, un veicolo caratterizzato da pneumatici di classe “A” presenta uno spazio di frenata che può essere superiore al 30% rispetto allo stesso con gomme di livello “G”.

Conoscere la rumorosità esterna di rotolamento è misurata attraverso tre categorie di livello espresse in decibel:

  • una barra equivale a uno pneumatico poco rumoroso
  • due barre descrivono un livello intermedio
  • tre barre invece indicano che la gomma è conforme alla direttiva Europea.

Conoscere dunque, questi tre parametri è fondamentali, perchè così si avrà modo di scegliere le gomme che meglio si prestano al proprio veicolo.