Caos al governo, Luigi Di Mio stufo di Matteo Salvini e degli attacchi del leghista: “Se vuole far cadere il governo lo dica chiaramente”.

Luigi Di Maio stufo di Matteo Salvini, o meglio degli attacchi del leader della Lega. In una diretta sulla propria pagina Facebook il leader del Movimento Cinque Stelle ha risposto alle critiche del collega leghista.

Luigi Di Maio e Matteo Salvini
Roma 01/06/2018 – giuramento Governo Italiano / foto Insidefoto/Image nella foto: Luigi Di Maio-Matteo Salvini

Super Green Pass, tutte le regole per viaggiare a Natale

Luigi Di Maio: “Capisco gli attacchi al M5S per fare notizia e coprire le inchieste sul finanziamento alla Lega. Se Salvini vuole far cadere il governo lo dica chiaramente e se ne prenda le responsabilità”

Il vicepremier pentastellato è intervenuto sulla sua pagina Facebook e ha puntato il dito contro Matteo Salvini rispondendo alle accuse del leader della Lega che ha accusato il MoVimento di aver tradito il voto degli italiani scegliendo di governare in Europa per quanto riguarda lo scenario europeo.

“Capisco che si attacchi il M5s per fare notizia e coprire le inchieste sui finanziamenti alla Lega, ma questa è una falsità. È un attacco grave che io non posso permettere. Sono stufo, se la Lega vuole far cadere il governo lo dica chiaramente e se ne prenda la responsabilità”.

Di seguito il video di Luigi Di Maio

Ora vi dico tutta la verità. Collegatevi!

Pubblicato da Luigi Di Maio su Giovedì 18 luglio 2019

Il leader del Movimento Cinque Stelle: “Il colmo è che la Lega vuole anche il commissario europeo”

Ai microfoni di Unomattina Di Maio ha poi provato a spiegare il caso europeo scoppiato dopo il voto alla van der Leyen che ha diviso Lega e MoVimento Cinque Stelle.

“Noi siamo stati responsabili […], il colmo è che Lega vuole anche il commissario europeo, ma se tu ti isoli e poi chiedi di nominare un leghista c’è qualche difficoltà […]. La Lega ci accusa di aver votato per von der Leyen. La Lega sta mentendo, c’era un accordo per votarla in cambio del commissario. Poi hanno capito che non riuscivano ad avere il commissario e si sono ritirati. Noi non abbiamo votato per una poltrona”.

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 18-07-2019


Russiagate, Conte sfida Salvini in Senato e accontenta il Pd

Di Maio, “Nessuna crisi”. Salvini: “Con tre no il governo cade”