Europa League – Austria Vienna-Milan, Suso e Bonaventura verso la panchina

Vincenzo Montella cambia volto al Milan ma ora a rischiare sono gli ‘intoccabili’, le poche certezze della vecchia guardia.

chiudi

Caricamento Player...

Il calciomercato chiama, Vincenzo Montella risponde. Accusato di aver lasciato in panchina oltre ottanta milionio di euro nella gara persa in malo modo contro la Lazio, il tecnico rossonero ha preparato la grande rivoluzione che dovrebbe accontentare e assecondare le critiche, nella speranza che da tutto questo possa innanzitutto giovarne la squadra. Si passa alla difesa a tre per Leonardo Bonucci, per Andrea Conti e per Ricardo Rodriguez (entrambi assenti nella gara di Europa League contro l’Austria Vienna), a centrocampo giocano Biglia e Kessié, sulla trequarti agirà Calhanoglu e in attacco spazio a Nikola Kalinic e André Silva. Tutti contenti? Neanche per sogno…

Milan difesa a tre Vincenzo Montella
Vincenzo Montella

Austria Vienna-Milan, Vincenzo Montella lascia in panchina gli ‘intoccabili’

Nel probabile undici iniziale non compaiono infatti i nomi di Giacomo Bonaventura e Suso, due intoccabili della passata stagione che hanno fatto grande il Milan contribuendo in maniera decisiva al raggiungimento del sesto posto. Accantonato il 4-3-3, Suso sarà costretto a reinventarsi seconda punta in un continuo testa a testa con A. Silva o trequartista, andando a insidiare un Calhanoglu dal talento ancora inespoloso in Italia – ma è presto. Per Giacomo Bonaventura non sarà facile trovare spazi a centrocampo dove la linea titolare sarà formata da Biglia e Kessié al centro e da Rodriguez e Conti sulle corsie esterne, dove l’ex atalantino a questo punto non potrebbe più giocare per la poca inclinazione a difendere. Per Jack resta a disposizione dunque un posto da trequartista, e i nomi in ballo iniziano a essere troppi, o da seconda punta, dove sarebbe snaturato del tutto.

Insomma, 3-5-2 gioie e dolori…