Betis-Milan di questa sera al “Villamarin” è uno snodo cruciale per i rossoneri dopo il ko dell’andata. Gattuso, senza Higuain e Castillejo, ha gli uomini contati…

Dopo tre vittorie in sette giorni in campionato che hanno scacciato il ricordo del ko nel derby, i rossoneri affrontano gli spagnoli per aggiustare la situazione in Europa League, la quale si è complicata dopo che i biancoverdi hanno violato San Siro.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Betis Giovani Lo Celso
fonte foto https://twitter.com/RealBetis

Le probabili formazioni di Betis-Milan

BETIS (5-3-2): Pau Lopez; Barragan, Mandi, Bartra, Sidnei, Firpo; Joaquin, Carvalho, Canales; Leon, Sanabria. A disposizione: Robles, Feddal, Francis, Tello, Lo Celso, Guardado, Loren.
MILAN (3-5-1-1): Reina; Musacchio, Zapata, Rodriguez; Borini, Kessie, Bakayoko, Calhanoglu, Laxalt; Suso; Cutrone. A disposizione: G. Donnarumma, Romagnoli, Abate, Bertolacci, Mauri, Montolivo , Halilovic.

Scelte obbligate per Gattuso

Il tecnico rossonero lascia a casa Higuain dopo il colpo subito a Udine nel tentativo di recuperarlo per la gara contro la Juventus. L’argentino è out al pari dei vari Calabria, Caldara, Biglia e Bonaventura, oltre allo squalificato Castillejo. L’unica nota positiva è il rientro di Calhanoglu, il quale dovrebbe agire in una posizione più interna. Attacco sulle spalle di Cutrone, il quale dovrebbe essere assistito da Suso. Borini e Laxalt sulle corsie esterne mentre nella difesa (a tre?) dovrebbe tirare il fiato capitan Romagnoli.

Turn-over per Quique Setien

Il Betis, al comando del girone, ha una situazione tutt’altro che rosea in campionato: un solo punto nelle ultime quattro gare e zona retrocessione non troppo distanze; e alle viste c’è la trasferta di Barcellona. Per questo motivo, il tecnico degli andalusi dovrebbe lasciare inizialmente in panchina alcuni titolari quali Lo Celso (in gol all’andata) e Tello. Out Javi Garcia.

TAG:
milan

ultimo aggiornamento: 08-11-2018


Europa League, Lazio-Olympique Marsiglia: le probabili formazioni

Champions League, i risultati della quarta giornata