Europa League – Milan-AEK, Vincenzo Montella in conferenza stampa con Cutrone

Le dichiarazioni di Vincenzo Montella in conferenza stampa alla vigilia di Milan-AEK.

chiudi

Caricamento Player...

Montella. Strategie per domani sera – È una partita a cui teniamo, le partite d’Euroopa sono sempre difficili. Mi aspetto una partita aggressiva, un avversario ostico che non sbaglia le scelte finali perché ha grande qualità davanti. Bisogna fare tutto bene. L’AEK si adatta tecnicamente agli avversari, ha qualità davanti, è molto svelta, serve avere massima concentrazione. Io vivo la partita come tutte le altre, sono molto aggressivo, determinato. Domani rivedrò Lazaros, l’attaccante più prolifico in questo campionato greco. L’ho allenato alla Sampdoria“.

Montella. Sul ruolo di Suso da esterno – Suso ha fatto un grandissimo secondo tempo in un ruolo che aveva fatto nell’Under 21. Qualche accorgimento lo prenderò ma senza fare stravolgimenti perché la squadra è in crescita, sta portando avanti un progetto tecnico, ci sta arrivando. Se guardo alle ultime partite sul piano del gioco siamo più avanti di quanto immaginassi“.

Montella. Sul poco turnover – Domani cambierò qualcosa rispetto all’ultima partita ma tenendo presente che darò continuità a quello che sto portando avanti“.

Montella. Sull’imbarazzo della scelta e troppi cambi di formazione – Preferisco avere più abiti piuttosto che uno solo. Avendo tanti giocatori nuovi le conosci solo nel quotidiano. Credo che attraverso sconfitte anche dolorose sto capendo i dettagli di ogni singolo calciatore“.

Cutrone, su Bonucci –Leo è un leader. Mi aiuta tantissimo con tanti consigli anche in campo. Aiuta tutta la squadra“.

Montella. Su Bonucci –Sta pagando ogni piccolo errore. È cresciuta nel corso delle partite la sua qualità“.

Montella. Il grande bomber – Stiamo allestendo la squadra, sto sbagliando io. Vedo una qualità di gioco sempre più alta, per raggiungere alti livelli c’è bisogno di tempo. Abbiamo calciatori che possono e devono crescere ma rappresentano una buona base. Troppi acquisti durante l’estate? Se le cose vanno male siamo responsabili tutti. Contro la Roma non ho visto grande differenza, abbiamo perso la partita per un rimpallo. La società ha fatto scelte nette, tutto previsto tranne qualche sconfitta di troppo e me ne assumo la responsabilità. Donnarumma fatica con la palla tra i piedi? Il portiere bravo è quello che para. Lui sa capire dove deve stare,  volte ci prendiamo rischi perché pensiamo che possano portare dei vantaggi“.

Cutrone – Penso di non aver fatto niente, sono ancora all’inizio. Penso a dare il massimo“.

Il Milan in Europa – Io tengo all’Europa in generale, è la casa del Milan. Siamo contenti del nostro cammino, vogliamo la continuità anche in campionato e ci siamo vicini. Dobbiamo migliorare, prendiamo spesso gol non concedendo tanto agli avversari. Difesa? Credo che domenica abbiamo subito tre gol e fatti due ma si poteva anche rovesciare la situazione. La differenza l’ha fatta la qualità di Icardi che è stato particolarmente cinico. Dobbiamo migliorare il posizionamento di squadra e le amnesie individuali. Sarri al primo campionato con il Napoli vinceva con le grandi? La convinzione sicuramente regala qualcosa in più, la scintilla per il balzo in avanti. La scintilla non basta più, serve una fiammata“.

Cutrone. Il ruolo in rosa – A luglio non pensavo di poter giocare così tanto, pensavo ad allenarmi bene e a mettere in difficoltà il mister e lo ringrazio per la fiducia. Pressione per le aspettative? Non sento pressione da parte di nessuno, io penso a stare tranquillo e ad allenarmi bene“.

Montella. Sulle difficoltà della gara – Hanno giocatori molto rapidi e pericolosi sulla trequarti, c’è bisogno di una gara dove dobbiamo capire e rafforzare i nostri principi e soprattutto portarli avanti. Due mezz’ali? Stiamo sottolineando il secondo tempo di domenica perché è stato entusiasmante, ma nel primo tempo l’Inter ha fatto un tiro un porta come il Milan e io non ho visto questa differenza con l’avversario. Cutrone? È cresciuto moltissimo, all’inizio ha fatto fatica, ha incamerato rabbia che ha sfoggiato quest’anno. In tempi non sospetti abbiamo rischiato su di lui e questa è una soddisfazione“.

A Cutrone, sul morale della squadra – C’è rabbia, ogni partita pensiamo a fare bene alla prossima e a reagire. Seconda punta di peso al mio fianco? Questo deve deciderlo il mister, non io. A me va bene tutto“.

Il secondo tempo del derby e Suso – Ho fatto alcune riflessioni, sto cercando di capire quale possa essere l’abito migliore per questo Milan. È nel quotidiano che impari a conoscere i giocatori. Ho un bel guardaroba, ora ho idee più chiare ma non stravolgerò nulla. Questa squadra può crescere e deve crescere, qualcuno si dovrà adattare“.

Sul passaggio del turno – Domani possiamo ipotecare la qualificazione, vogliamo giocare bene e crescere partita dopo partita“.

Tutto pronto a Milanello per la conferenza stampa di Vincenzo Montella alla vigilia della sfida di Europa League contro l’AEK. Il tecnico accompagnato in sala stampa da Patrick Cutrone.

Milan-Udinese difesa a tre Vincenzo Montella
Vincenzo Montella