Europa League – Milan in Macedonia, l’avversario sarà lo Shkendija: l’analisi

Il sorteggio di Nyon sorride ai rossoneri: ecco lo Shkendija

chiudi

Caricamento Player...

L’urna di Nyon ha consegnato finalmente il nome dell’ultimo ostacolo per il Milan in vista dei gironi di Europa League. Sarà infatti il Shkendija, squadra macedone, allenata da Qatip Osmani, il prossimo avversario per il Diavolo rossonero. Ha eliminato il Trakai con un risultato complessivo di 4-2 nel terzo turno di qualificazione e ora proverà a spaventare anche Montella e i suoi ragazzi. Sulla carta, sembra non esserci partita tra le due squadre, il Milan dopo la convincente prestazione di ieri contro il Craiova ha mostrato ampi miglioramenti e buon gioco, sintomo di un lavoro costante e mirato che permetterà di risalire al più presto ai vertici del calcio che conta. Ma attenzione a non sottovalutare l’impegno, perché la caratteristica principale dello Shkendija è proprio quella di lottare fino all’ultimo istante. Corsa, sudore e qualche lampo di tecnica dai trequartisti, alternato a qualche fallo tattico per spezzare il gioco e non far ripartire l’azione velocemente.  Questo è in sintesi quello che metterà in campo la squadra macedone per cercare di impedire ai rossoneri un morbido atterraggio verso i gironi.

Ultimo scoglio per i rossoneri…

La gara di andata, il Milan la giocherà in trasferta giovedì 17 agosto, mentre il ritorno è previsto al Meazza, una settimana più tardi, il 24. Che dire, poteva andare peggio di certo Panathinaikos, Stella Rossa o Rosenborg sarebbero stati avversari peggiori. A disposizione per la doppia sfida ci saranno anche Bonucci e Biglia, non proprio gli ultimi della lista e affamati di esordire con la maglia rossonera in Europa. La parola ora spetta al campo e al grido dirompente dei 70mila dalle tribune…