Europa League, Milan-Austria Vienna, la conferenza stampa di Vincenzo Montella

Vincenzo Montella in conferenza stampa con Marco Storari alla vigilia di Milan-Austria Vienna: il live testuale.

Montella, su Europa League e campionato. Domani l’Europa League è la più importante, domenica sarà il campionato“.

Storari sullo scarso impiego. Ho fatto cinque anni alle spalle di Buffon, Gigio vede sempre quello che faccio, per lui posso essere un buon punto di riferimento. Gli ho insegnato qualcosa? No, anzi, qua ho imparato io. C’è un nuovo modo di lavorare e ho imparato io“.

Montella sulla condizione fisica della squadra. Il Napoli è una squadra fortissima fisicamente, è tra le squadre che fa più chilometri riuscendo a mantenersi nelle zone alte della classifica. Il Napoli ha corso molto più di noi perché abbiamo tenuto di più la palla. La mia squadra sta bene fisicamente“.

Montella su Romagnoli e Rodriguez.  Uno non può giocare al posto dell’altro. Rodriguez non ha giocato a Sassuolo per un rischio infortunio, non ero sicuro al cento per cento. Rodriguez con me ha sempre giocato, difficilmente ha giocato quattro partite di seguito nella sua storia a causa di piccoli infortuni. Ne ha giocate nove e gli ho concesso una pausa“.

Montella e l’ottimismo europeo. Abbiamo la possibilità di mettere al sicuro un obiettivo intermedio. Dobbiamo onorare il nostro pubblico e la partita. Instabilità societaria? Io vedo una squadra coesa, il mio lavoro è tatticamente più difficile rispetto allo scorso anno. Scarso rendimento degli attaccanti? Colpa mia“.

Montella sull’Europa League. Il cammino in Europa League è molto molto lungo. Un’opportunità importante a cui crediamo. Se domani riusciamo a ipotecare la qualificazione penso che possiamo focalizzarci sul campionato al cento per cento. Il campionato non esclude l’Europa League. A febbraio a marzo si deciderà se scegliere o meno. Le voci su Yonghong Li? Faccio fatica a capire quando scrivete in italiano, figuriamoci altre lingue. Siamo bersagliati, ci sta, la squadra deve pensare al campo“.

Storari, il confronto tra Milan e Juve. Vedo analogie, vedo segnali positivi, so a che punto è la squadra e quello che pensa. Qua giochi al Milan, c’è molta pressione anche per i giovani che sono arrivati. Il percorso di crescita si sta purtroppo prolungando, ma per come vedo la squadra penso che stiamo raggiungendo la maturità“.

Montella sulla cena di squadra.  È la dimostrazione che la squadra sta diventando gruppo e del fatto che eventuali attriti di inizio stagione siano stati superati. Il Milan è giovane, ci manca ancora qualcosa per fare il salto di qualità ma penso che ci siano le possibilità per fare il passo in avanti. Classifica? In Italia non ci sono partite facili ma affrontiamo squadre che sono sotto di noi in classifica. Abbiamo voglia di risalire e avvicinarci ai nostri obiettivi iniziali. Penso ci siano i presupposti”.

Storari e l’esperienza. Il significato della cena era quello di un incontro deciso la settimana scorsa, serve per fare gruppo, si sta bene insieme. Io non vedo nessun momento negativo, vedo la squadra tutti i giorni, c’è impegno“.

Montella sulla qualificazione. Abbiamo la possibilità di fare un passo avanti. Non è un traguardo ma è un obiettivo importante che ci darebbe la possibilità di preparare le partite di campionato con più concentrazione e più tempo. Attaccanti? Ho smesso di pensare da calciatore, noi dobbiamo fare di più in attacco, servire i giocatori di più e con più rapidità. Nell’ultima partita abbiamo tirato tanto verso la porta ma dobbiamo anche migliorare anche nell’esecuzione. L’accusa che fa più male? Dite che cambio molto formazione, in realtà non si può fare altrimenti“.

Storari. Questa squadra visti i risultati non può permettersi di sottovalutare nessuno“.

Le dichiarazioni di Vincenzo Montella Marco Storari in conferenza stampa alla vigilia di Milan-Austria Vienna: “Abbiamo bisogno di risultati a prescindere dagli avversari. Vogliamo ipotecare il primo posto per poterci concentrare di più sul campionato. Ogni partita regala poi l’opportunità di migliorare dal punto di vista tattico e mentale. Due punte? È una possibilità. Suso non sta bene, probabilmente non sarà della partita domani e non avremo voglia di rischiarlo domani. Le due punte vanno servite meglio e loro si devono muovere di più“.

Vincenzo Montella Conferenza stampa Montella Milan -Juventus

ultimo aggiornamento: 22-11-2017

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X