Europa, rossoneri protagonisti: Milan-Real Madrid 5-0.

Tempo di Europa League per il Milan che mette nel mirino la fase a gironi e prepara la doppia sfida con lo Shkendija, squadra sconosciuta anche a Montella ma non per questo già condannata. Certo, a naso e con tutto il rispetto diremmo che l’Europa appartiene al Diavolo, è la storia che lo chiede, anzi lo impone. Ormai alle spalle gli anni d’oro, i tifosi sperano che sia finalmente arrivata l’alba di una nuova era, un’era made in China, sì, ma un’era che possa portare a rivivere le gioie del passato, come quel Milan-Real Madrid 5-0. Correva la stagione 1988/1989…

Champions League, Milan-Real Madrid 5-0: rossoneri in finale contro lo Steaua Bucarest

Milan-Real Madrid, formazioni da brividi, da tempio del calcio, San Siro gremito e vestito a festa per la semifinale di ritorno tra quelle che con ogni probabilità erano le due squadre più forti d’Europa in quel momento. Dopo l’1-1 in terra spagnola, l’accesso alla finale è più in bilico che mai. A San Siro si respira aria di storia, di duello epico e il primo gol è da cineteca. Azione insistita dei rossoneri con Gullit che lavora un ottimo pallone nello stretto, si accentra e serve l’inserimento di Carlo Ancelotti che semina due avversari e lascia partire una bordata da quasi trenta metri che non lascia scampo al portiere. Al 18′ è Milan 1 Real Madrid 0. GLi spagnoli accusano il colpo e sono in grande affanno di fronte ai rossoneri, autori secondo un certo Bruno Pizzul, telecronista d’eccezione, della miglior prestazione dell’anno. Il gol del 2-0 è un colpo di testa imprendibile di Rijkard che spicca il volo sul cross di Tassotti dalla destra e mette in fondo al sacco il pallone del due a zero. Il Real non gira e il Milan non si ferma. Splendida azione tra Donadoni e Gullit con il primo che scambia con l’olandese e si invola sulla sinistra, lascia al palo un paio di difensori avversari prima di scodellare in area un pallone d’oro su cui arriva proprio Gullit che di testa schiaccia nell’angolo più lontano e inizia a far vergognare i Galattici.

Al quarto della ripresa i rossoneri spingono ancora forte sull’acceleratore e trovano il gol del 4-0 con Marco van Basten che riceve in area di rigore una sponda aerea di Gullit, controllo con il destro e calcia una saetta con il sinistro. Il Real Madrid alza ormai bandiera bianca, il Milan dal suo canto non vorrebbe infierire più di tanto ma al 15′ ci scappa anche il gol di Roberto Donadoni che sugli sviluppi di un calcio d’angolo lascia partire una rasoiata dal vertice destro dell’area di rigore e sorprende ancora il portiere. Milan-Real Madrid 5-0, una sconfitta storica dirà Pizzul in quella entusiasmante telecronaca. Beh, sì, possiamo confermarlo.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
calcio copertina milan milan real madrid Tutto Milan

ultimo aggiornamento: 16-08-2017


Attacco a incastro: Bacca sostituisce Soldado, e il Milan va su Kalinic

Barcellona, Busquets umilia Gomes in allenamento