Un pilota di 14 anni è morto sul circuito di Aragon durante la European Talent Cup. Il giovane è stato investito da un collega.

ARAGON (SPAGNA) – Nuova tragedia nel mondo del motociclismo. Un pilota di 14 anni è morto sul circuito di Aragon durante la European Talent Cup. L’incidente è avvenuto a 13 giri dalla fine, con il giovane investito da un suo collega mentre stava cercando di rialzarsi dopo una caduta.

Immediato l’intervento dei soccorsi, ma il quadro clinico era molto grave. Il decesso è avvenuto durante il trasporto d’urgenza all’ospedale di Saragozza. La gara è stata bloccata e in Austria i piloti di MotoGP ricorderanno il giovane ‘collega’ morto in pista.

Incidente nell’European Talent Cup, travolto e ucciso un pilota di 14 anni

La ricostruzione dell’incidente è stata chiarita poco dopo l’accaduto. Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, il giovane ha perso il controllo della sua moto finendo a terra. Nel tentativo di rialzarsi è stato travolto da un pilota polacco.

Un impatto fatale per il 14enne. I soccorsi, infatti, sono arrivati subito sul posto per prestargli le prime cure. Le condizioni sembravano da subito molto gravi e il decesso è avvenuto durante il trasporto in ospedale. La corsa è stata immediatamente sospesa e per tutti i partecipanti a questa gara non sarà semplice dimenticare quanto successo sul circuito di Aragon.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

MotoGP Formula 1

Un 2021 ‘nero’ per il Motomondiale

Il 2021 è un anno nero per il Motomondiale. Solo lo scorso 29 maggio al Mugello è morto Jason Dupasquier, giovane talento svizzero travolto e ucciso da due colleghi in Moto3 dopo una caduta. Un decesso che ha sconvolto l’intero Motorsport e da quell’episodio la Moto3 ha cambiato il proprio modo di correre.

Molto probabilmente in futuro ci sarà un intervento anche da parte dei vertici del motociclismo per rendere le gare più sicure ed evitare altre tragedie simili.


Bonomi, “Mai chiesto di rendere il vaccino obbligatorio per accedere al luogo di lavoro”

Formula E, successo di Lynn in Gara-2 a Londra. De Vries ed Evans sul podio