Europei volley femminile, Italia-Russia 3-0. Le azzurre sfruttano la maggiore esperienza andando a conquistare la semifinale.

BELGRADO (SERBIA) – Europei volley femminile, Italia-Russia 3-0. Prosegue l’avventura delle ragazze di Davide Mazzanti in questa competizione continentale. Egonu e compagne hanno sfruttato una maggiore esperienza per conquistare la semifinale contro l’Olanda e il sogno del titolo non è impossibile.

Una prova sicuramente superlativa per la nazionale italiana. Sugli scudi ancora una volta Paola Egonu con 15 punti. In doppia cifra anche Pietrini (13), Sylla (10) e Chirichella (10).

Il resoconto della sfida

E’ stata una partita equilibrata soprattutto nel primo set. Le ragazze allenate da Busato sono state sempre avanti nella prima parte, ma sul 12-12 le azzurre sono riuscite ad alzare il livello e portarsi anche quattro punti sopra per poi chiudere definitivamente sul 25-20.

Nel secondo black-out totale da parte delle sovietiche. Gli errori hanno portato le russe a sbagliare ancora di più e l’Italia è stata davvero letale. Nessun errore e un parziale netto di 25-8 che ha confermato una superiorità netta di Egonu e compagne. Nel terzo set si è proseguito come il secondo con le azzurre davanti e la Russia incapace di reagire. Solo nel finale un piccolo rilassamento ha permesso alle sovietiche di rispondere colpo su colpo ma per rientrare in partita era ormai tardi e il 25-15 ne è la dimostrazione.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Paola Egonu
Paola Egonu

Il tabellino

Di seguito il tabellino di Italia-Russia 3-0 (25-20 25-8 25-15)

Italia: Malinov n.e., Bonifacio n.e., Malinov n.e., De Gennaro (L), Orro 4, Chirichella 10, Danesi 6, Pietrini 13, Nwakalor n.e., Sylla 10, Egonu 15, Parrocchiale, Mazzaro (L) n.e., D’Odorico n.e. Coach Mazzanti

Russia: Kotova 5, Pilipenko (L), Matveeva 2, Fedorovtseva 7, Brovkina 2, Lazareva 1, Startseva 1, Kadochkina 5, Zaytseva (L), Kapustina 4, Smirnova 2, Enina 4. Coach Busato

Arbitri: David Fuentes Fernandez e Mirko Jankovic

ultimo aggiornamento: 01-09-2021


Vuelta, prova di forza di Primoz Roglic a Lagos de Covadonga

2 settembre 1973, Felice Gimondi vince il campionato mondiale di ciclismo a Barcellona