Europei volley maschile, Italia-Germania 3-0. Continua a sognare la squadra azzurra. Ora la Serbia per un sogno.

OSTRAVA (REPUBBLICA CECA) – Europei volley maschile, Italia-Germania 3-0. Non si ferma il cammino di Giannelli e compagni in questa competizione continentale. Dopo aver superato agevolmente la Lettonia agli ottavi, gli azzurri hanno battuto 3-0 la Germania di Andrea Giani ai quarti e dopo sei anni si sono regalati una semifinale in questa manifestazione.

Ora c’è la Serbia, campione in carica. Si tratta di una sfida molto complicata per Giannelli e compagni, ma i ragazzi di De Giorgi già in passato hanno dimostrato di non temere nessuno e ora la medaglia non è più un sogno.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Italvolley inarrestabile, Germania battuta e semifinale conquistata

E’ stata una partita sicuramente molto combattuta soprattutto nella prima parte del set. Sul 7-7, però, l’Italia ha messo il turbo ed è riuscita con cinque punti consecutivi a piazzare il primo break. Nella parte finale è arrivato il secondo allungo con il parziale che si è concluso sul 25-13 per i ragazzi di De Giorgi.

Nel secondo set un andamento molto simile. Anche in questo caso il break decisivo è arrivato nella fase centrale del match, con Giannelli e compagni che hanno controllato con maggiore tranquillità il parziale chiudendolo sul 25-18. Nel terzo la Germania parte forte per provare a riaprire il match. L’Italia, però, è riuscita a rimanere sempre in scia per poi chiudere il match con il parziale di 25-19.

Simone Giannelli
Simone Giannelli

Il tabellino di Italia-Germania

Italia-Germania 3-0 (25-13 25-18 25-19)

Italia: Giannelli 11, Balaso (L), Galassi 17, Sbertoli n.e., Romano n.e., Anzani 3, Michieletto 13, Lavia 12, Piccinelli (L) n.e., Ricci n.e., Pinali 11, Cortesia n.e., Recine n.e., Bottolo n.e. Coach De Giorgi

Germania: Fromm n.e., Tille, Schott, Reichert n.e., Kaliberda 5, Grozer, Zenger (L), Brehme 1, Karlitzek 11, Zimmermann 1, Krage 2, Weber , Krick 5, Goralek (L) n.e. Coach Giani

Arbitri: Igor Porvaznik e Milan Rajkovic

ultimo aggiornamento: 15-09-2021


Fausto Coppi, il 15 settembre 1919 anni fa nasceva “il Campionissimo”

Simone Biles contro l’Fbi: “Hanno permesso a un molestatore di rimanere libero”