Evra, il calcio costa caro: squalifica fino a giugno, l’OM rescinde il contratto

Patrice Evra è stato squalificato dalla Uefa fino al termine della stagione per il calcio sferrato a un tifoso prima di Vitoria Guimaraes-Olympique Marsiglia. Il club francese ha deciso il licenziamento del giocatore.

chiudi

Caricamento Player...

Patrice Evra non potrà giocare nelle competizioni Uefa fino al 30 giugno 2018. E’ questa la decisione del massimo organismo continentale sull’episodio che ha visto protagonista l’ex difensore della Juventus lo scorso 2 novembre: il terzino dell’Olympique Marsiglia, prima dell’inizio del match di Europa League sul campo del Vitoria Guimaraes, durante le fasi di riscaldamento, colpì un tifoso con un calcio in faccia al culmine di una violenta contestazione nei confronti della formazione transalpina operata proprio dai tifosi ospiti. L’OM decise subito la sospensione del proprio tesserato.

La squalifica

La Uefa ha deciso poche ore fa la squalifica di Patrice Evra da tutte le competizioni europee fino al 30 giugno 2018, oltre al pagamento di una multa di 10.000 euro. La squalifica è valida per tutte le competizioni europee. La stessa Uefa potrà poi chiedere alla Fifa di estendere la decisione a tutte le competizioni, campionati nazionali compresi. In tal caso, la Fédération Internationale de Football Association emetterebbe la sentenza in circa 48 ore. L’Olympique Marsiglia ha operato l’immediata rescissione del contratto del giocatore.