F1, GP Canada: Vettel deve dare continuità al secondo posto di Monaco

F1, GP del Canada: riflettori puntati su Vettel. Ora serve continuità

La Formula 1 sbarca Montreal per il GP di Canada. Un anno fa fu dominio Vettel, ora il ferrarista deve dare continuità al secondo posto di Montecarlo per provare a salvare la stagione.

GP del Canada, Ferrari sotto pressione. Se a Montecarlo il Cavallino è riuscito a interrompere il monopolio Mercedes strappando con astuzia e perseveranza il secondo posto, in Canada viene la parte difficile. Quella in cui Vettel deve dare continuità ai risultati, anzi, al risultato ottenuto.

GP Canada, nel 2018 fu trionfo Vettel: pole e primo posto in gara

Il circuito di Montreal è uno di quelli che riesce a tirare fuori il meglio di Vettel e del suo stile di guida. Un anno fa al Gilles Villenueve il ferrarista portava a casa pole e primo gradino del podio conquistando la vetta nella classifica iridata dei piloti. Con Hamilton un punto sotto e con la Mercedes che si riavvicinava alla Ferrari facendo scendere il distacco in classifica a meno di diciassette punti.

Sebastian Vettel
Montmelo’ (Spagna) 28/02/2019 – test F1 / foto Federico Basile/Insidefoto/Image Sport nella foto: Sebastian Vettel

Ferrari in Canada per interrompere il dominio della Mercedes: serve continuità di risultati

A un anno di distanza la situazione è drammaticamente (sportivamente parlando ovviamente) cambiata. Le Mercedes sono un miraggio per le Ferrari, Le vedi sulla griglia di partenza, poi per qualche giro scompaiono, accumulano vantaggio e ammazzano prima la gara e poi il Mondiale. Il tutto con la complicità della Rossa che troppe volte ha commesso errori sia per quanto riguarda la vettura che per quanto riguarda la strategia. Solo in queste prime gare del campionato 2019 Vettel e Leclerc potrebbero menzionare decine di aneddoti.

Lewis Hamilton Montecarlo
fonte foto https://twitter.com/MercedesAMGF1

Le speranze e gli obiettivi della Ferrari

Il secondo posto a Montecarlo però ha riacceso una speranza. Difficile se non impossibile riaprire il discorso Mondiale, ma questo non significa che la Ferrari non debba provarci, anzi. La sensazione è che la stagione in corso possa finire con un crescendo che possa almeno mettere in luce la Rossa, uno scuderia che da troppo tempo sembra disorientata e in affanno.

ultimo aggiornamento: 04-06-2019

X