F1, Mercedes: nuova ala posteriore e beam-wing a Imola
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

F1, Mercedes: nuova ala posteriore e beam-wing a Imola

Toto e Susie Wolff

Non c’è spazio per le scuse in F1, specialmente per una scuderia come Mercedes. La W15 sta attraversando un periodo difficile.

L’umore dei piloti Mercedes è piuttosto variegato. Lewis Hamilton, con la sua esperienza e tenacia, sembra gestire meglio la situazione, mentre George Russell appare più preoccupato. Russell, nonostante il supporto del team e il suo ruolo di erede designato, soffre la mediocrità della W15. Le soluzioni tecniche implementate finora non hanno dato i risultati sperati, e il team di Brackley deve fare i conti con una monoposto che non riesce a performare come previsto.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Lewis Hamilton
Lewis Hamilton

Problemi di temperatura e prestazioni degli pneumatici

Andrew Shovlin e James Allison sono al lavoro per risolvere i problemi della vettura, ma finora senza successo. La Mercedes deve fare i conti con un’incertezza che mina la fiducia e la competitività del team.

A Miami, il problema delle gomme ha colpito duramente anche Mercedes. Le W15 non riescono a mantenere una stabilizzazione delle temperature degli pneumatici, soprattutto al posteriore, causando un eccesso di attrito e quindi un surriscaldamento. La difficoltà nel raggiungere la temperatura ottimale degli pneumatici influisce negativamente sulle prestazioni in pista.

La strategia di warm-up non ha funzionato come previsto, spingendo ulteriormente indietro l’ottimizzazione del grip disponibile. La Mercedes sta ora cercando soluzioni per risolvere questo problema, in vista del Gran Premio di Imola, dove nuovi aggiornamenti potrebbero fare la differenza.

Mercedes: nuove soluzioni tecniche per Imola

Mercedes ha introdotto nuove componenti per migliorare la W15, tra cui una nuova ala posteriore e una beam-wing. Questi aggiornamenti sono stati pensati per completare il pacchetto di Miami e risolvere i problemi di stabilità del carico aerodinamico e di gestione delle temperature degli pneumatici.

La nuova ala posteriore e la beam-wing sono progettate per migliorare il carico aerodinamico al posteriore, fornendo un compromesso ideale per massimizzare i punti di downforce e stabilizzare una vettura che finora ha mostrato gravi problemi di stabilità. Questi aggiornamenti sono cruciali per migliorare la trazione e ridurre l’overheating degli pneumatici posteriori.

Il team Mercedes è fiducioso che questi cambiamenti possano risolvere in gran parte i problemi legati alle coperture degli pneumatici, permettendo una gestione ottimale delle temperature sui due assi. Questa soluzione è essenziale per ottenere l’aderenza necessaria e migliorare le prestazioni complessive della W15.

Wolff e il team tecnico sono ottimisti, soprattutto considerando che a Imola avranno più tempo per testare l’auto grazie al ritorno delle tre ore di libere, dopo due appuntamenti F1 Sprint.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 14 Maggio 2024 15:58

Juventus: l’ultima grande partita di Allegri, poi sarà addio

nl pixel