Fabrizio Frizzi, il 26 marzo 2018 la scomparsa del conduttore Rai

Due anni senza Fabrizio Frizzi, il conduttore tv se ne andava il 26 marzo 2018

Il 26 marzo 2018 scompariva Fabrizio Frizzi. Il noto conduttore tv muore a causa di una emorragia cerebrale. Aveva 60 anni.

Sono trascorsi due anni da quando si spegneva Fabrizio Frizzi. Era infatti lunedì 26 marzo 2018 quando il noto conduttore televisivo moriva in seguito a una emorragia cerebrale.

I primi anni di vita

Nato a Roma il 5 febbraio del 1958, Fabrizio Frizzi è figlio di Fulvio, noto distributore cinematografico. Diplomatosi al liceo classico San Giuseppe Calasanzio a Roma, Fabrizio si iscrive alla facoltà di Giurisprudenza che lascerà dopo appena quattro esami per fare rotta nel mondo dello spettacolo.

Una vita in Rai

Frizzi esordisce in tv nel 1980 sulla Rai con la trasmissione “Il barattolo”. Poi un crescendo inarrestabile: da “Scommettiamo che” a “Europa Europa”, dal pre-serale “Luna park” alla maratona benefica “Telethon”, fino a “L’eredità“, in staffetta con Carlo Conti. In tutto, Fabrizio Frizzi ha condotto 73 trasmissioni e probabilmente quella a cui si lega maggiormente è “Miss Italia“, con ben 16 edizioni dal 1988 al 2012.

https://www.youtube.com/watch?time_continue=4&v=_TuRosHzO6Q&feature=emb_logo

La vita privata di Fabrizio Frizzi

Nel giugno del 1992 si è sposato con Rita dalla Chiesa. I due si separano nel 1998, divorziando ufficialmente nel 2002, quando Frizzi inizia la sua relazione con la giornalista di Sky TG 24 Carlotta Mantovan, madre di Stella, prima figlia di Fabrizio Frizzi, nata il 3 maggio 2013. Carlotta e Fabrizio si sono sposati il 4 ottobre del 2014.

Omaggio Frizzi Sanremo
fonte foto https://twitter.com/SanremoRai

Il primo malore, poi il decesso

Il 23 ottobre 2017 Frizzi viene colto da un malore, un’ischemia, durante la registrazione di una puntata del programma L’Eredità su Rai 1. Dopo una lunga degenza il conduttore era tornato in televisione nel 2017.
È morto all’Ospedale Sant’Andrea di Roma, in seguito a un’emorragia cerebrale.

ultimo aggiornamento: 26-03-2020

X