Bilancio Milan, rossoneri costretti a vendere

Fair Play Finanziario, Milan, costretto a vendere? Suso e Donnarumma i nomi caldi, la situazione può cambiare con Commisso.

Brutte notizie per i tifosi del Milan quelle che arrivano dall’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport. Stando a quanto riportato dalla rosea, infatti, i rossoneri saranno costretti a vendere in virtù delle regole del FPF.

Fair Play Finanziario Milan, rossoneri costretti a vendere

Le norme del Fair Play Finanziario impongono a tutte le società un avanzo di massimo trenta milioni nel corso dell’ultimo triennio. L’ultimo bilancio dei rossoneri ha fatto registrare un saldo negativo di 160 milioni circa. Preventivati già dallo scorso anno, è bene ripeterlo. La strategia dei rossoneri prevede di tornare in attivo nei prossimi tre anni ma avrà necessariamente bisogno di qualche cessione illustre per far fronte al danno economico (e a quello d’immagine) dato dall’esclusione dalla prossima Europa League.

Milan, le cessioni di Donnarumma e Suso per la plusvalenza

I due nomi sacrificabili sono quelli di Suso Gianluigi Donnarumma, con l’estremo difensore che rappresenterebbe una consistente plusvalenza per le casse di via Aldo Rossi. Nelle ultime ore per Gigio si è parlato di un interessamento del Chelsea di Abramovich. I Blues sarebbero pronti a mettere sul piatto sessanta milioni di euro, gli stessi rifiutati dalla Roma per Alisson.

Su Donnarumma ci sarebbe anche il Liverpool di Klopp, fermo però a un’offerta da cinquanta milioni di euro che non convince i rossoneri, chiamati sì a fare cassa ma non a svendere i propri pezzi pregiati.

Suso
Suso

Ma lo scenario cambia con la cessione del Milan

Lo scenario non è roseo per i colori rossoneri ma potrebbe cambiare con la cessione del Milan a Rocco Commisso. L’imprenditore ha le idee chiare e un piano che passa dalla costruzione dello stadio di proprietà, fonte di guadagno sul quale la Juventus ha di fatto costruito il suo impero nel corso degli anni.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 30-06-2018

Nicolò Olia

X