Fallito il Cocoricò, chiude il locale simbolo della movida

Dichiarato il fallimento di Cocoricò, gruppo che gestisce la nota discoteca della riviera romagnola. Il 25 ottobre la prima udienza fallimentare.

È fallito Cocoricò, il noto gruppo che comprende anche la nota discoteca di Rimini, uno dei locali simbolo della riviera.

Fallimento CoCoRicò, respinto il concordato preventivo

Il Tribunale di Rimini ha respinto la richiesta di concordato preventivo avanzata dal gruppo.

Cocorico
Fonte foto: https://www.facebook.com/andyHCitaly

Il 25 ottobre la prima udienza fallimentare

Il prossimo appuntamento in agenda è fissato per il 25 ottobre, quando avrà luogo la prima udienza fallimentare alla quale prenderanno parte i creditori. Inclusa l’Agenzia delle Entrate.

Il fallimento di Cocoricò sarebbe causato anche dal mancato versamento delle imposte.

La chiusura definitiva del Cocoricò

La sentenza del Tribunale dovrebbe portare alla chiusura definitiva del locale che si è affermato come punto di ritrovo per migliaia di giovani che hanno trascorso proprio nella discoteca molte delle loro serate estive all’insegna del divertimento che solo la riviera romagnola sa regalare.

Il ragazzo morto per overdose: i primi guai per la discoteca

I problemi per il locale sono iniziti nel 2015, quando proprio all’interno della nota discoteca perse la vita un ragazzo di soli quindici anni, morto per overdose.

In seguito il locale è finito nel mirino della Guardia di Finanza e del Fisco per evasione fiscale, cui hanno fatto seguito gli esposti di tanti artisti che hanno denunciato il mancato pagamento della proprietà per le loro prestazioni.

La vicenda è proseguita con il sequestro preventivo di ottocentomila euro. La sentenza del Tribunale che ha respinto il concordato dovrebbe rappresentare l’ultimo capitolo della travagliata vicenda.

ultimo aggiornamento: 13-06-2019

X