Arrestato Gregorio Fogliani, il ‘re’ dei buoni pasto

Il presidente e fondatore del Gruppo Qui! Gregorio Fogliani è stato arrestato dalla Guardia di Finanza per il fallimento della società famosa per i buoni pasto.

Gregorio Fogliani, presidente e fondatore di Qui!, è stato arrestato dagli uomini del nucleo economico-finanziario della Guardia di Finanza.

Fallimento Qui!, arrestato Gregorio Fogliani

L’operazione rientra nelle indagini sul fallimento del gruppo che gestiva i famigerati buoni pasto, utilizzati anche dalla pubblica amministrazione. la chiusura della società per fallimento risale al mese di settembre dello scorso anno, quando il Tribunale di Genova stabilì la chiusura dei battenti per il debito eccessivo che aveva superato ormai i trecento milioni di euro.

Nel corso delle indagini da parte degli inquirenti sarebbe emersa, ma la notizia è ancora da confermare, una truffa da sei milioni di euro ai danni di un imprenditore statunitense.

Fogliani è stato arrestato insieme ad altre cinque persone con le accuse di bancarotta fraudolenta, riciclaggio, autoriciclaggio e truffa aggravata.

Le autorità hanno proceduto anche con il sequestro di beni per ottanta milioni di euro tra case, proprietà e contanti.

Guardia di Finanza
Fonte foto: https://www.facebook.com/pg/Guardia-di-Finanza

Il fallimento della Qui! Group

Il fallimento del gruppo aveva portato a una vera e propria crisi iniziata con i ritardi dei pagamenti alle realtà commerciali che accettavano i pagamenti con i buoni pasti del circuito in questione. Circa quattromila realtà si sarebbero ritrovate a dover far fronte a un buco di fronte ai mancati versamenti da parte di Qui!. La vicenda si è conclusa con la ratifica del fallimento e il fascicolo è passato negli uffici della Guardia di Finanza, incaricata di portare alla luce eventuali illeciti da parte dei vertici.

Genova, Moody sotto sequestro

Le Fiamme Gialle hanno proceduto inoltre con una serie di sequestri, tra cui il Moody, uno dei locali più rinomati di Genova che aveva ripreso l’attività dopo la chiusura forzata legata al fallimento del gruppo Qui!

ultimo aggiornamento: 11-07-2019

X