Famiglia investita da un’auto in un parco. Il bambino travolto è morto dopo qualche giorno. Accertamenti in corso.

PADERNO DUGNANO (MILANO) – Tragedia sfiorata a Paderno Dugnano, in provincia di Milano. Una famiglia è stata investita da un’auto mentre stava facendo una escursione in un parco. Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, il conducente 70enne ha perso il controllo della sua vettura ed è finito in questa struttura precipitando ai bordi di un laghetto dove i tre stavano scattando una foto ricordo.

La madre e il padre del piccolo sono rimasti illesi. Il bambino, invece, è stato investito dalla vettura ed è morto qualche giorno dopo all’ospedale di Bergamo.

Come sta il bambino della famiglia investita da un’auto in un parco in Provincia di Milano

C’è grande preoccupazione per le condizioni del bambino. Secondo le prime informazioni date dal personale sanitario, il piccolo è stato rianimato sul posto e portato in codice rosso all’ospedale di Bergamo per effettuare tutte le cure del caso. Il bimbo è arrivato cosciente ma le sue condizioni sono peggiorare giorno dopo giorno e il decesso è avvenuto il 4 giugno.

Ambulanza

Il veicolo era sotto sequestro e la patente revocata: le indagini

Stando a quanto appreso e riferito dall’Ansa, il 72enne che ha investito il bambino in un parco di Milano era alla guida di un’auto posta sotto sequestro e con la patente revocata.

Esclusa al momento la guida in stato di alterazione, non è escluso che l’uomo, indagato per lesioni stradali gravissime e guida senza patente, sia stato colto da un malore.

Polizia
Polizia

Omicidio-suicidio in provincia di Treviso, indagini in corso

Sono in corso delle indagini anche per il presunto omicidio-suicidio avvenuto a Spresiano, in provincia di Treviso. Come ricostruito dall’Adnkronos, un uomo ha sparato alcuni colpi di fucile nei confronti della nuora e poi si è tolto la vita con la stessa arma.

A chiamare i carabinieri è stato un passante che aveva sentito delle urla e degli spari e all’arrivo i carabinieri non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. E’ stata aperta un’indagine per ricostruire meglio l’accaduto e nelle prossime ore continueranno gli interrogatori ad amici e parenti per capire se già in passato si erano registrati dei litigi tra i due.


Caso Grillo, chiesto il rinvio a giudizio per Ciro e altri tre amici

Giornata Mondiale dell’Ambiente, perché si festeggia il 5 giugno