Tragedia a Bari: una moto ha travolto una famiglia, il padre ha fatto scudo a suo figlio con il suo corpo ed è deceduto.

Tragedia avvenuta durante la notte, sul lungomare Cristoforo Colombo di Santo Spirito, un quartiere di Bari. La vittima della vicenda, stava passeggiando insieme alla moglie ed il loro bambino di soli sette anni. L’uomo, dopo aver visto una moto che arrivava contro di loro e che non accennava a fermarsi, con un gesto eroico ha fatto scudo a suo figlio con il suo corpo. Ad occuparsi del caso il comando della polizia locale di Bari. 

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La tragedia avvenuta a mezzanotte

Bari, mezzanotte: un uomo di 47 anni è deceduto dopo essere stato travolto da una moto guidata da un ragazzo. Era insieme alla sua famiglia. In seguito alla vicenda, suo figlio di sette anni ha riportato delle ferite. Il conducente della moto è un ventenne. Adesso, il giovane, è indagato e dovrà rispondere alle accuse di omicidio stradale. 

La vicenda si è svolta nel giro di pochi minuti, ed ha distrutto una famiglia. Stavano attraversando la strada quando è successa la tragedia: una moto stava sopraggiungendo verso di loro in velocità. Il padre del bambino, dopo aver visto che il mezzo non accennava a fermarsi, si è gettato subito per proteggere il suo bambino.  

Ambulanza

Il papà è morto sul colpo, a causa del violento impatto con il mezzo, nonostante i soccorritori sanitari del 118 abbiano messo in atto tutte le manovre necessarie per tentare di salvarlo. Per quanto riguarda il figlio minorenne, è stato trasportato in ospedale subito dopo l’incidente. Non sarebbe in pericolo di vita, nonostante abbia riportato qualche lesione. Anche il 20enne alla guida della moto attualmente si trova ricoverato in ospedale. Le forze dell’ordine hanno già proceduto con il sequestrò del mezzo incriminato.  

Riproduzione riservata © 2022 - NM

giallo

ultimo aggiornamento: 30-07-2022


Alessia Pifferi, la sua solitudine ha condannato la figlia 

Sorelle trovate morte in un appartamento: erano in stato di decomposizione