L’ad ha spiegato come Montella e Mirabelli non ritengano necessario un intervento. Un discorso che ha fatto storcere il naso a molti tifosi.

Fassone mercato Milan – Da mesi ormai, più o meno dalla fine dell’entusiasmante (almeno sulla carta) mercato estivo, si vocifera di possibili innesti nella rosa del Milan a gennaio. Oggi, però, Marco Fassone ha fatto intendere di non avere in programma colpi per la prossima sessione invernale. In sostanza, l’ad ha chiarito come le possibilità di manovra ci siano, ma manchi la necessità di rinforzare questa rosa, stando almeno al parere dei due registi della squadra rossonera, ovvero Massimiliano Mirabelli e il tecnico Vincenzo Montella. Un discorso che ha in qualche modo lasciato perplessi i tifosi, i quali si attendono a gennaio almeno uno o due colpi di livello per cercare di attaccare le prime della classe, e quindi un posto nella prossima Champions League. Per ora, infatti, la rosa del Milan sembra meno attrezzata rispetto a quelle di Napoli, Juventus, Inter e Roma. Ma forse è solo apparenza…

Fassone mercato Milan – L’ad chiarisce: “Niente innesti a genanio

Eppure qualcosa non quadra. I risultati della squadra, fin qui deludenti, farebbero presupporre una necessità di intervento, non drastico certo, ma nel tentativo di aumentare la qualità della rosa di Montella sia nei titolari che nelle alternative. Magari un investimento che possa essere coperto, almeno in parte, dalle cessioni degli esuberi (Paletta e Gomez principali indiziati). Se i soldi ci sono, come ha fatto intendere Fassone, val la pena spenderli per non gettare bandiera bianca a metà stagione rispetto al grande obiettivo sbandierato in estate, quel ritorno dell’Europa dei grandi che tanto manca ai tifosi e alle casse del club. Anche perché, se è credibile il fatto che Mirabelli ritenga la rosa più che adeguata per lo scopo, difficilmente Montella si sarà ritrovato d’accordo con la linea del ds, essendo in gioco il suo futuro. Un futuro che ad oggi sembra tutto meno che rossonero per la prossima stagione. Insomma, l’ipotesi di un bluff da parte dell’amministratore delegato appare la più realistica. Gennaio è ormai non lontano. Probabilmente molto dipenderà da quale posizione occuperò la squadra in classifica nel momento di chiudere le eventuali trattative avviate in queste settimane.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
calcio copertina gennaio Marco Fassone mercato milan

ultimo aggiornamento: 16-11-2017


Berlusconi vota Ancelotti per l’Italia: “Sarebbe l’uomo giusto”

Milan, Conti accelera il rientro in campo. Si allontana la pista Donati