Alghero, 42enne uccide la moglie e poi si costituisce

Alghero, 42enne uccide la moglie e poi si costituisce

Femminicidio ad Alghero. Un uomo di 42 anni ha ucciso la moglie e poi si è costituito ai carabinieri. Sconosciuto il movente dell’omicidio.

ALGHERO – Nuovo femminicidio in Italia. Nel tardo pomeriggio di domenica 23 dicembre 2018 ad Alghero un uomo di 42 anni si è costituito ai carabinieri dopo aver strangolato la moglie. Secondo quanto riportato dai media locali, il killer preso dai rimorsi per il gesto compiuto avrebbe chiamato il suo avvocato, dicendo di voler confessare tutto ai militari.

Arrivato in caserma insieme al suo legale, l’omicida ha raccontato nei dettagli la versione dei fatti. L’uomo si trova ancora sotto interrogatorio con i militari che vogliono capire il motivo di questo gesto. Nelle prossime ore verrà valutata la confessione con il magistrato che dovrebbe convalidare il fermo.

Carabinieri
Carabinieri (fonte foto https://www.facebook.com/carabinieri.it)

Alghero, donna uccisa dal compagno: indagano i carabinieri

I carabinieri si sono recati nell’appartamento della coppia dove hanno iniziato ad effettuare i primi rilievi per chiarire la dinamica della tragedia. Il magistrato potrebbe predisporre nelle prossime ore l’autopsia sul corpo della donna, utile a capire le cause della morte. La prima ipotesi – come confermato dallo stesso killer – sembra essere quella dello strangolamento ma si aspettano novità dai controlli medici che verranno effettuati a breve.

I militari nelle prossime ore dovrebbero ascoltare i parenti e gli amici della coppia per cercare di capire se i litigi erano frequenti oppure se è stato un raptus dovuto ad un argomento ben preciso. La pista più battuta sembra essere quella della gelosia ma la situazione sarà più chiara nelle prossime ore quando l’uomo – forse in maniera più lucida – racconterà la vicenda nei dettagli. Gli inquirenti al momento hanno preferito non comunicare l’identità delle due persone per cercare di tenere la vicenda più riservata possibile. Maggiori particolari verranno comunicati quando il quadro della tragedia sarà più chiaro.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/carabinieri.it/

ultimo aggiornamento: 23-12-2018

X