Tragedia nelle campagne tra Ostuni e Carovigno, in provincia di Brindisi. 75enne spara alla moglie e poi si suicida.

BRINDISI – Nuovo tentativo di femminicidio in Italia. Nella giornata di lunedì 28 gennaio 2019, un uomo di 75 anni ha sparato alla moglie e poi si è tolto la vita. La donna è stata trovata dai soccorritori in gravissime condizioni ma ancora in vita. Trasportata in ospedale, la 57enne sta lottando tra la vita e la morte.

Sulla vicenda stanno indagando gli inquirenti per chiarire la dinamica e il movente di questo tragico gesto.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Carabinieri
Auto dei carabinieri (fonte foto: https://www.facebook.com/pg/carabinieri.it)

Tragedia in provincia di Brindisi, 75enne spara alla moglie e poi si toglie la vita

Secondo una prima ricostruzione da parte dei carabinieri, l’uomo ha ucciso la donna all’esterno del casolare per poi rientrare e togliersi la vita. All’arrivo il personale del 118 non ha potuto altro che constatare la morte dell’uomo mentre la moglie è stata trovata in fin di vita. Le sue condizioni sono molto grave. Nelle prossime ore i carabinieri potrebbero interrogare la 57enne ma prima devono attendere l’ok dei medici.

Alla base del tragico gesto ci dovrebbe essere una separazione non accettata dal 75enne. I militari – interrogando molti conoscenti – hanno scoperto che i due non vivevano insieme da un po’ di tempo. Così molto probabilmente l’uomo ha dato appuntamento nel casolare di Carovigno all’ex compagna e forse dopo l’ennesima lite ha sparato con il fucile uccidendola. La dinamica e la ricostruzione verrà accertata nelle prossime ore, con gli inquirenti che stanno aspettando i risultati della scientifica per capire meglio come si è svolta la sparatoria.

Una tragedia che ha sconvolto amici e parenti con i fratelli dell’uomo che hanno parlato di una persona non violenta e soprattutto che non c’era nessun segnale che faceva presagire una tragedia simile.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/carabinieri.it/


Multe cancellate a Roma, indagato Claudio Lotito

Sea Watch, delegazione del Pd sulla ONG. Orfini: io e Martina indagati