Il 30 gennaio 1951 moriva Ferdinand Porsche, l’ingegnere austriaco naturalizzato tedesco che ha fondato l’omonima casa automobilistica.

Settanta anni fa si spegneva Ferdinand Porsche, l’uomo che ha fondato uno dei marchi automobilistici più famosi al mondo. Era infatti il 30 gennaio 1951 quando il 75enne nativo austriaco moriva a Stoccarda.

La passione per i motori

Nato nel 1875 nella Boemia settentrionale, nell’allora Impero austroungarico, Ferdinand studia alla scuola professionale di Liberec per poi trasferirsi a Vienna dove lavora prima presso la “Béla Egger Electrical Company” e successivamente presso la “k.u.k-Hofwagenfabrik Jakob Lohner & Co.” di Floridsdorf.

La Lohner-Porsche

Alla fine del secolo il momento è cruciale, con l’Europa che marcia inarrestabile verso la modernizzazione. E così, all’Esposizione Universale di Parigi del 1900, viene presentata la “Semper Vivus Lohner-Porsche”, primo veicolo ibrido nonché a trazione integrale della storia, dotato di un motore a combustione interna e di un motore elettrico su ciascuna ruota.
La carriera è ormai lanciata e entra in Daimler con il ruolo di Direttore Tecnico.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Porsche 911 Cayenne Coupe
Fonte foto: https://www.facebook.com/porsche

Il successo del Maggiolino

Nel 1923 la Technische Hochscule di Stoccarda gli conferisce la laurea honoris causa in ingegneria per via dei grandi meriti ingegneristici. L’avvento di Hitler spinge la produzione automobilistica tedesca verso un veicolo alla portata delle masse di lavoratori: è il prodromo alla nascita della Volkswagen, letteralmente “macchina del popolo”. Nel 1938 Porsche progettò il celeberrimo modello conosciuto come Maggiolino, la cui produzione presso lo stabilimento appositamente costruito di Wolfsburg portò alla nascita della futura maggiore casa automobilistica europea. Un anno dopo realizzò un prototipo sfruttando la base del Maggiolino, la Porsche Type 64, prima vettura a portare il suo cognome. La guerra dirottò le conoscenze a fini bellici, con la costruzione del carro Panzer VI Tiger.
Arrestato dai francesi, venne tenuto in prigionia per 20 mesi.


Nel 2020 35 i capoluoghi di provincia fuorilegge per polveri sottili Pm10

Mick Schumacher si prepara all’esordio in F1: buoni i tempi registrati a Fiorano