Ferrari 488 GTB: da 0-200 km/h in 8,3 sec

Ferrari 488 GTB: da 0-200 km/h in 8,3 sec

Prima Ferrari dell’era Marchionne, la 488 GTB sarà presentata ufficialmente al prossimo Salone di Ginevra. Linea mozza fiato e prestazioni al top della categoria.

Per il debutto a Ginevra come timoniere del Cavallino Rampante, Sergio Marchionne ha scelto una Ferrari simbolo, la 488 GTB, svelata a quarant’anni dalla presentazione della 308 GTB, prima V8 posteriore centrale, che disegnata da Leonardo Fioravanti divenne il modello stradale di maggiore appeal della Casa di Maranello nella metà degli anni Settanta. La versione GTS acquisì celebrità planetaria grazie alla fortunata serie televisiva Magnum, P.I.

Disegnata dal Centro Stile Ferrari, la 488 GTB, richiama alla mente l’illustre progenitrice. La scultorea fiancata, dalla forte personalità, è caratterizzata dall’ampia presa d’aria che i designer di Maranello definiscono con un movimento a “colpo di frusta”. Il frontale è dominato da un largo alettone “a cassetto” adottato per migliorare l’efficienza termica dei radiatori. Il posteriore, largo e basso, presenta un innovativo spoiler, definito “soffiato”, nella parte superiore associato a un  aggressivo diffusore, dotato di portelle aerodinamiche attive. Nuovi i fanali LED con disegno ad anello circolare.

Completamente nuovo Il motore V8 turbo da 3902 cm3. Dispone di una potenza massima di 670 CV a 8.000 giri/min con una coppia di 760 Nm in settima marci. Notevole il tempo di risposta di 0,8 secondi a 2000 giri/min. Le prestazioni sono da primo della classe: la 488 GTB è in grado di passare da 0-200 km/h in 8,3 secondi e di raggiungere una velocità massima di 330 km/h. Un contributo fondamentale alle prestazioni lo fornisce l’aerodinamica che, con un’efficienza di 1,67, rappresenta un nuovo record per una Ferrari di serie.

La possibilità di sfruttare queste straordinarie performance è affidata ai sottosistemi e ai controlli elettronici destinati a rendere la Ferrari 488 GTB estremamente reattiva. I tempi di risposta ai comandi sono paragonabili a quelli di una vettura da pista. Nel contempo la sofisticatissima elettronica consente anche ai non professionisti di trovarsi a proprio agio.

Il cambio Variable Torque Management permette di calibrare la poderosa coppia in modo crescente e continuo. I tecnici di Maranello hanno prestato grande attenzione anche al suono. Il timbro degli scarichi è nuovo, pieno, pulito e assolutamente distintivo.

Nell’abitacolo si respira un’atmosfera sportiva, dove spiccano elementi tipici della tradizione Ferrari come la netta separazione tra plancia e tunnel, il volante multifunzione, il bridge comandi e i sedili avvolgenti.L’attenzione ai dettagli a portato a rivedere la grafica e l’interfaccia del sistema infotainment. La chiave vettura, ispirata alla forma dei polmoni di aspirazione del propulsore, assume la funzione “keyless start”.

Clicca sulle foto per ingrandirle ed entrare nella galleria fotografica

Clicca qui per la scheda tecnica.

Ferrari 488 GTB nel segno del mito.
Ferrari 488 GTB nel segno del mito.

ferrari-488-gtb-potenza-estrema-per-emozioni-estreme-150022_car ferrari-488-gtb-potenza-estrema-per-emozioni-estreme-150023_car ferrari-488-gtb-potenza-estrema-per-emozioni-estreme-150024_car ferrari-488-gtb-potenza-estrema-per-emozioni-estreme-150025_car

ultimo aggiornamento: 05-02-2015

X