Ferrari, Ricciardo o Carlos Sainz per il dopo Vettel. La scuderia di Maranello attende la risposta del tedesco e, intanto, sfoglia la margherita.

ROMA – Ferrari, Daniel Ricciardo o Carlos Sainz per il dopo Vettel. Secondo quanto riportato dal Mundo Deportivo, in caso di un no del tedesco alla proposta di rinnovo la Rossa dovrebbe scegliere tra uno dei due piloti con Antonio Giovinazzi e la suggestione Fernando Alonso più indietro. Difficile, al momento, arrivare a Lewis Hamilton. Per il britannico la strada potrebbe essere più semplice nel 2022 anche se molto dipenderà dalle potenzialità della scuderia di Maranello.

Carlos Sainz in cima alla lista

In cima alla lista sembra esserci proprio Carlos Sainz. Lo spagnolo è stato protagonista di una buona stagione con la McLaren e la Ferrari pensa proprio a lui in caso di no alla proposta di rinnovo di Sebastian Vettel. L’iberico è tentato dall’opzione di sbarcare a Maranello anche se non sarà semplice convincere il suo attuale team a lasciarlo partire.

Le trattative sono in corso e nelle prossime settimane ci potrebbero essere importanti novità. Ma dalla Ferrari non c’è nessuna intenzione di affondare il colpo senza avere la risposta del tedesco. E’ lui la prima scelta per la stagione 2021.

McLaren
fonte foto https://twitter.com/McLarenF1

Più semplice arrivare a Ricciardo

Sembra più semplice, invece, arrivare a Daniel Ricciardo. I contatti tra la Rossa e il pilota australiano ci sono stati anche negli anni scorsi ma alla fine non si è mai arrivati alla fumata bianca.

Questa potrebbe essere la volta buona. L’ex Red Bull è pronto ad arrivare a Maranello. Da convincere la Renault anche se alla fine la volontà di Ricciardo dovrebbe fare la differenza in questa trattativa. Non ci resta che aspettare qualche settimana per sapere il futuro di Vettel e di conseguenza scoprire il secondo pilota della Rossa.

fonte foto copertina https://twitter.com/McLarenF1

ultimo aggiornamento: 02-04-2020


F1, l’Aston Martin torna in pista dal 2021

Bollo auto, nel Lazio scadenza rinviata al 30 giugno