Festa Scudetto Inter, Matteo Salvini contro Beppe Sala: “Milano ha ancora un sindaco?”.

La festa dei tifosi dell’Inter per la conquista dello Scudetto è diventata un caso politico, con il leader della Lega Matteo Salvini che ha attaccato il sindaco di Milano Beppe Sala, criticato anche da diversi utenti social, che hanno evidenziato come gli assembramenti erano prevedibili e quindi facilmente evitabili. Le autorità locali hanno risposto facendo sapere che chiudere le piazze avrebbe potuto avere un effetto indesiderato, ossia quello di creare situazioni critiche spingendo i tifosi a radunarsi in spazi meno ampi. Inoltre intervenire quando i tifosi erano già radunati avrebbe potuto alimentare la tensione e dare vita ad incidenti e scontri tra tifosi e forze dell’ordine. Insomma, secondo qualcuno chiudere un occhio per qualche ora poteva essere la soluzione migliore.

Tifosi Inter
Tifosi Inter

Salvini contro Sala per la festa Scudetto dei tifosi dell’Inter: “Milano ha ancora un sindaco?”

Sala non poteva far entrare 20.000 tifosi in uno stadio che ne contiene 80.000, invece di tacere e scappare? Milano ha ancora un sindaco?“, è l’attacco del leader della Lega Matteo Salvini al sindaco di Milano Beppe Sala. E il primo cittadino ha risposto facendo sapere che gli stadi sono chiusi, quindi non avrebbe potuto aprire San Siro ai tifosi. Inoltre se anche avesse aperto l’impianto ci sarebbero stati assembramenti all’ingresso e all’uscita.

Molto sostengono che la difesa di Beppe Sala sia debole, fragile. Uno scenario di questo tipo era prevedibile da settimane ed era necessario muoversi con largo anticipo anche con una forte e convincente campagna di comunicazione e sensibilizzazione, che invece non c’è stata.

Anche la vicesindaco Scavuzzo ha attaccato la Lega facendo nomi e cognomi di esponenti del partito avvistati in piazza durante i festeggiamenti: “Non è vero che non ci siamo preoccupati di quello che sarebbe potuto succedere ieri. Eravamo pronti sia domenica che eventualmente per la settimana successiva. Noi abbiamo visto oltre 30 mila persone» per le strade «ma non abbiamo avuto scontri. Io in piazza non c’ero, non sono andata a festeggiare. In piazza c’erano la consigliera della Lega Silvia Sardone, il vice ministro della Lega Alessandro Morelli, il consigliere della Lega Massimiliano Bastoni: loro hanno strizzato l’occhio alle tifoserie, non noi“, ha dichiarato Scavuzzo come riferito da il Corriere della Sera.

Matteo Salvini
Matteo Salvini

In piazza anche una consigliera della Lega

I social però non perdonano, ed ecco che mentre Salvini attacca Beppe Sala spunta una foto di Silvia Sardone, consigliera della Lega. Lo scatto la immortala con la mascherina dell’Inter, ma lei ai microfoni de la Stampa assicura di essersi trovata lì per caso dopo essere andata a fare acquisti alla Rinascente. “Mi sono arrivati i messaggini dei miei amici che mi dicevano che erano in Duomo a festeggiare lo scudetto. Mi sono affacciata, li ho salutati e sono andata a piedi verso Cairoli“, assicura Sardone, che poi ha voluto sottolineare come al momento del suo passaggio in piazza la situazione sembrava sotto controllo, con tante famiglie e quasi tutte le persone a distanza di sicurezza.


Fedez e il “messaggino” ai politici: “Perché non vi decurtate lo stipendio?”

Anniversario della fondazione dell’Esercito, Mattarella: “Supereremo questa prova e sarà anche per il vostro contributo”