Festino a Bruxelles durante il lockdown. 25 le persone denunciate. Tra loro anche un europarlamentare ungherese.

BRUXELLES (BELGIO) – Festino a Bruxelles durante il lockdown. Il blitz della polizia, come raccontato dai media belgi, è avvenuto qualche sera in un appartamento del centro della sede della Commissione Europea. Sono 25 le persone denunciate dalle forze dell’ordine. Tra loro anche un europarlamentare unghese.

Jozsef Szajer è molto vicino a Viktor Orban. Durante la perquisizione sono state ritrovate anche alcune sostanze stupefacenti.

La nota di Szajer

Dopo la denuncia l’europarlamentare ha pubblicato una nota, riportata dal Corriere della Sera, per spiegare meglio quanto successo: “Ero presente al festino. Quando la polizia mi ha chiesto i documenti, poiché non avevo la carta di identità, ho dichiarato di essere un parlamentare europeo“.

Una versione confermata anche dalle autorità locali: “Nell’appartamento c’erano circa 20 persone. Tutti sono stati indentificati e due di loro hanno invocato l’immunità diplomatica […]“.

Indagini in corso

Le indagini sono in corso su quanto accaduto in questo appartamento. Il parlamentare, secondo quanto riferito dalla polizia, avrebbe tentato prima di scappare e poi cercato di difendersi con l’immunità parlamentare. Al festino avrebbero preso parte anche alcuni diplomatici.

L’identità di tutte le persone coinvolte in questa vicenda restano top secreto. Nelle prossime settimane ci potrebbero essere importanti novità su quanto accaduto in questo appartamento. Festino avvenuto in pieno lockdown.

Parlamento Europeo
Parlamento Europeo

Szajer si è dimesso

Dopo la denuncia e lo scandalo Szajer ha rassegnato le dimissioni dall’assemblea comunitaria. L’europarlamentare appartiene al partito Fidesz guidato da Viktor Orban.

Una vicenda che ha provocato diverse reazioni a livello europeo. Nessun commento, invece, da parte del leader ungherese. Il passo indietro di Szajer potrebbe aver chiuso l’episodio dal punto di vista politico, ma non sono escluse delle novità nei prossimi giorni. Le indagini, infatti, proseguono per accertare meglio quanto accaduto.

Vaccino Covid, quando farlo, come prenotarsi e da chi saremo chiamati

TAG:
Bruxelles Jozsef Szajer politica ungheria

ultimo aggiornamento: 02-12-2020


Speranza presenta il nuovo dpcm: “Durante le feste bisogna rafforzare le limitazioni”

Pier Ferdinando Casini, l’ex presidente della Camera