Carlo Tavecchio domani dovrebbe rassegnare le dimissioni da presidente della FIGC. Decisivo il no di Carlo Ancelotti.

ROMA – La giornata di domani sarà decisiva per il calcio italiano. Nella sede della FIGC andrà in scena il Consiglio Federale che potrebbe vedere l’addio di Carlo Tavecchio. L’attuale numero uno ha cercato di resistere in tutti i modi ma al momento la sua posizione si è davvero diventata insostenibile. Nelle ultime ore anche la Lega di C e alcuni consiglieri dei dilettanti sono pronti a non confermare la fiducia al presidente e quindi si dovrebbe andare a nuove elezioni ad inizio 2018.

Carlo Ancelotti verso il no: possibile un ripensamento

Al momento quindi la scelta del nuovo commissario tecnico dovrebbe essere rimandata ad inizio anno. Le dimissioni di Tavecchio faranno slittare il tutto dopo l’elezione del nuovo numero uno del calcio italiano. Il favorito resta sempre Carlo Ancelotti che nonostante il no di questi giorni, potrebbe cambiare idea. Attenzione anche alla possibilità di vedere Massimiliano Allegri sulla panchina azzurra visto che l’idea di un traghettatore fino a giugno sta prendendo ancora più corpo.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

MASSIMILIANO ALLEGRI Juventus Milan
MASSIMILIANO ALLEGRI

Ore decisive per il futuro del calcio italiano che domani potrebbe avere una svolta con le dimissioni di Carlo Tavecchio.


Mercato Milan, si complica la strada per Upamecano: forte la concorrenza sul giocatore

Mercato Milan, nome nuovo per l’attacco: fari puntati sul talentino olandese Bergwijn