Dopo le tante polemiche sulla finale dell’Europeo 2020 che si disputerà a Wembley, è intervento il Ministro inglese delle Attività Produttive.

La finale di domenica dell’Europeo 2020, che si giocherà allo stadio Wembley di Londra, ha suscitato una serie di polemiche. A essere contestata, anche dal Presidente del Consiglio italiano Mario Draghi e dalla cancelliera tedesca Angela Merkel, è stata la scelta di far giocare la partita davanti a 60.000 spettatori in Inghilterra, dove i casi di contagi da Covid per via della variante Delta sono in aumento. Dopo le tante polemiche, sulla questione è ora intervento il Ministro inglese delle Attività Produttive, Kwasi Kwarteng.

Euro 2020, la finale: Wembley aperto a 60.000 tifosi

“Io penso che che siamo in grado di gestire il rischio, ma non possiamo dire che i rischi non esistano quando si hanno migliaia di persone in un un luogo. C’è sempre un margine di rischio nella vita sono fiducioso che non vi sarà un grande focolaio, ma ora non possiamo garantirlo” ha dichiarato il ministro Kwasi Kwarteng, come riporta l’Ansa.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Europei 2020
Europei 2020

Il ministro del governo di Boris Johnson ha così difeso la scelta del suo governo di far disputare la partita allo stadio Wembley di Londra e permettendo l’ingresso di circa 60.000 spettatori in modo da riempirlo per il 75% della capienza.

Euro 2020, finale a Wembley: le critiche

Critiche dure riguardo a questa decisione, presa di comune accordo dalla UEFA e dal governo inglese, erano arrivate anche dal Ministro dell’interno tedesco Horst Seehofer: “E’ irresponsabile riunire decine di migliaia di persone in paesi che sono considerati aree in cui circola la variante Delta”.

Il passo indietro che in molti auspicavano non c’è però stato – né da parte del governo britannico né dalla UEFA – e la decisione di far disputare la partita nello storico impianto di Londra è stata confermata, come ha appunto confermato il Ministro delle Attività Produttive, Kwasi Kwarteng.

TAG:
calcio news Europei

ultimo aggiornamento: 07-07-2021


Euro 2020, Donnarumma: ‘Noi in campo, voi per le strade, il vostro affetto per prepararci alla finale’

Euro 2020, Eriksen invitato alla finale