Fincantieri si è aggiudicato il bando di gara per la realizzazione delle fregate per la Marina Militare Usa.

ROMA – Il bando gara per le fregate della Marina Militare Usa se lo è aggiudicato Fincantieri. L’azienda italiana dovrà consegnare il primo lanciamissili per il 2026 con un contratto del valore di 795 milioni di dollari per la fornitura di un solo mezzo.

L’accordo prevede anche la possibilità di prorogare l’intesa per la produzione di un totale di 10 unità con un valore economico di 5,58 miliardi di dollari. I lavori, che inizieranno nelle prossime settimane, saranno effettuati nelle sede americana di Fincantieri.

Il bando gara

Non è stata una gara semplice per Fincantieri che ha dovuto correre contro cantieri navali statunitensi come Huntington Ingalls Industries e Generale Dynamics Bath Iron Works.

La cifra di 5,5 miliardi di dollari ha permesso all’azienda di ottenere il lavoro per la creazione di questi lanciamissili ma in futuro verranno bandite altre gare per l’ammontare complessivo del contratto di 19 miliardi di dollari. Come detto, l’azienda italiana dovrà consegnare il primo lavoro per il 2026 e poi sperare in una proroga per completare le altre dieci unità che servono alla Marina Militare americana.

Fincantieri
fonte foto https://www.facebook.com/groups/223948844438224/

La soddisfazione del Governo

La vittoria di Fincantieri è stata accolta con molta soddisfazione dal Governo italiano. “Il comparto della Difesa – ha detto il ministro Guerini citato dal Corriere della Sera racchiude molto delle eccellenze italiane e in questo momento in cui è importante la ripresa delle attività produttive colpite dalla crisi Covid-19, si tratta di una importante iniezione di fiducia. Fincantieri porta nei mari del mondo la garanzia della tecnologia italiana“.

E’ stata premiata – ha aggiunto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio – la professionalità di un gruppo industriale considerato a livello mondiale una vera eccellenza tecnologica“.

Scarica QUI il testo del Decreto Cura Italia per conoscere le norme a sostegno delle famiglie e delle imprese.

fonte foto copertina https://www.facebook.com/groups/223948844438224/


Cassa integrazione nel caos, in Lombardia pagate solo 40 aziende

Consumi, la stima di Confcommercio: nel 2020 crollo di 84 miliardi