Vacanze estive, fine settimana da bollino nero per l’esodo di Ferragosto. Coldiretti: “A mancare sono però circa 4 milioni di turisti stranieri con i pernottamenti dall’estero”.

Quello del 7 e dell’8 agosto è il primo e unico fine settimana da bollino nero sulle strade italiane: si tratta del fine settimana che introduce alla settimana che terminerà con il 15 agosto, giorno di Ferragosto.

Esodo vacanze, fine settimana da bollino nero sulle strade italiane

Stando ai dati forniti da Coldiretti, nel fine settimana del 7-8 agosto saranno almeno 4 italiani adulti su 10 a mettersi in viaggio per andare in vacanza.

Scatta l’unico weekend da bollino nero per il traffico intenso dell’estate 2021 con oltre 4 italiani adulti su 10 (41%) che quest’anno hanno scelto il mese di agosto per andare in vacanza con la risalita dei contagi e l’entrata in vigore del green pass. E’ quanto emerge dall’indagine Coldiretti/Ixè in occasione del primo fine settimana di grande esodo di agosto in cui si prevedono i maggiori volumi di traffico dell’estate, con una previsione di massima criticità da bollino nero e rosso secondo il Piano dei servizi per l’esodo estivo 2021 di Viabilità Italia, si legge nella nota pubblicata sul sito della Coldiretti.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Autostrada A1
Autostrada A1

I turisti stranieri e i viaggi regionali

La Coldiretti pone l’accento sul calo del turismo straniero: quest’anno mancano, secondo le stime, 4 milioni di turisti stranieri. Si tratta ovviamente di un effetto delle restrizioni messe in campo per il Covid e della paura legata alla ripresa dei contagi.

La pandemia ha ritardato le partenze e accentuato la tendenza tutta nazionale a concentrare le vacanze nel mese di agosto che è di gran lunga il più gettonato dell’estate con ben 20,8 milioni gli italiani che lo hanno scelto, nonostante un leggero calo rispetto allo scorso anno (-1%). A mancare sono però circa 4 milioni di turisti stranieri con i pernottamenti dall’estero durante il mese che praticamente dimezzati rispetto allo stesso periodo prima della pandemia, con la ripresa dei contagi e le limitazioni ai viaggi che hanno fortemente ridimensionato le iniziali previsioni ottimistiche.

Non solo. Alla luce della situazione caratterizzata dall’incertezza, molti italiani hanno deciso di optare per viaggi brevi, spesso per raggiungere una meta che si trova nella propria regione di appartenenza.

Oltre a bloccare i vacanzieri stranieri il perdurare dell’emergenza sanitaria spinge comunque quasi 1 italiano su 3 (32%) a scegliere una metà vicino casa, all’interno della propria regione di residenza, Una fetta importante dei cittadini in viaggio ha dunque optato per ferie di prossimità alla riscoperta delle bellezze sotto casa ma in ogni caso le destinazioni nazionali sono preferite da quasi la totalità dei cittadini per il desiderio di sostenere il turismo tricolore ma anche per i limiti e le incertezze presenti all’estero.

Firenze
Firenze

Spiaggia o montagna?

Per quanto riguarda la meta preferita, gli italiani scelgono ancora una volta il mare ma cresce il turismo della montagna. Inoltre gli italiani riscoprono i borghi e le campagne.

Se la spiaggia resta la meta preferita, con la preoccupazione degli assembramenti cresce il turismo in montagna e la riscoperta dei piccoli borghi e dei centri minori nelle campagne italiane, in alternativa alle destinazioni turistiche più battute, mentre crollano le presenze nelle città. La maggioranza degli italiani in viaggio ha scelto di riaprire le seconde case di proprietà, o di alloggiare in quelle di parenti e amici o in affitto, ma nella classifica delle preferenze ci sono le pensioni e gli alberghi e molto gettonati sono gli agriturismi che, spesso situati in zone isolate, in strutture familiari con un numero contenuto di posti letto e a tavola e ampi spazi nel verde sono forse i luoghi dove è più facile garantire il rispetto delle misure di sicurezza per difendersi dal contagio fuori dalle mura domestiche.


Effetto Covid, tante famiglie con figli non possono permettersi le vacanze

MotoGP, pole position di Martin in Austria. Bagnaia e Quartararo in prima fila