I carabinieri hanno arrestato l’ex fidanzata del figlio della coppia albanese trovata massacrata dentro alcun valigie nei pressi della superstrada di Firenze.

FIRENZE – E’ accusata del brutale omicidio della coppia albanese ritrovata a pezzi dentro quattro valigette nei pressi della Superstrada Fi-Pi-Li, non lontano dal capoluogo toscano.

Omicidio coppia albanese, fermata l’ex del figlio

I carabinieri hanno fermato la fidanzata del figlio della coppia, 36 anni, anch’egli di nazionalità albanese. Nel 2015, anno della sparizione dei due, la ragazza era la convivente del figlio della coppia. Ora la ragazza è accusata di omicidio, occultamento e vilipendio dei cadaveri dei due coniugi.

https://www.youtube.com/watch?v=sENvAXx21l8&ab_channel=ToscanaTV

Il ritrovamento dei cadaveri nelle valigette

Tra il 10 e l’11 dicembre era emersa una valigetta tra i roghi che delimitano Sollicciano e la superstrada. I carabinieri, giunti sul posto, hanno effettuato una vasta ricerca, utilizzando i cani molecolari del nucleo cinofilo di Bologna che avrebbero portato al drammatico ritrovamento di altre valigette.

Una serie di tatuaggi identificati sui resti rinvenuti e poi l’esame del DNA hanno confermato l’identità delle due vittime. Le indagini hanno condotto gli inquirenti a quella che all’epoca dei fatti era la fidanzata del figlio della coppia di albanesei.

Resta ora da chiarire il movente. Non si esclude che la vicenda possa in qualche modo intrecciarsi con l’arresto del figlio, che era stato arrestato per possesso di sostanze stupefacenti. In realtà era in possesso di un considerevole quantitativo che riportava le accuse allo spaccio.

Vaccino Covid, quando farlo, come prenotarsi e da chi saremo chiamati

TAG:
cronaca firenze

ultimo aggiornamento: 22-12-2020


Istat, nel 2019 record negativo della natalità

Coronavirus, negli Stati Uniti oltre 18 milioni di casi con 319 mila morti. Nel mondo vicini gli 80 milioni di contagi