Nuovi guai per Tiziano Renzi e la moglie Laura. La cooperativa Marmodiv è stata giudicata fallita dal Tribunale di Firenze.

FIRENZE – La posizione di Tiziano Renzi e Laura Bovoli nell’indagine di bancarotta fraudolenta e false fatture potrebbe peggiorare nelle prossime ore. Il Tribunale di Firenze ha giudicato fallita la cooperativa Marmodiv, una delle società gestita – almeno secondo i giudici – con un prestanome da parte dei genitori di Matteo Renzi.

Proprio questo fallimento potrebbe aggravare ancora di più la situazione di Tiziano Renzi e la moglie Laura che non è delle più floride. In più di un’occasione i due hanno negato un possibile collegamento con la società ma i giudici in loro due hanno trovato gli amministratori di questa azienda che veniva controllata attraverso un prestanome. Nelle prossime ore verranno effettuati tutti i controlli del caso ma la posizione dei genitori dell’ex premier sembra davvero molto grave.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Matteo Renzi
Matteo Renzi

Fallimento Marmidov, la decisione del Tribunale di Firenze

Il fallimento della Marmidov era ormai nell’area. Secondo i giudici – citati dall’ANSA – l’azienda ha “un’irreversibile condizione di insolvenza che emerge dalla sproporzione tra ingente entità dell’esposizione debitoria e attivo sociale, cosicché dev’esserne dichiarato il fallimento“. E’ stato nominato un curatore che avrà il compito di depositare bilanci e scritture.

Questa sentenza aggrava ancora di più la posizione dei genitori di Matteo Renzi, considerati come i veri amministratori di questa azienda. Secondo la Procura i due gestivano la società attraverso il prestanome e questo crac potrebbe rendere ancora più difficile la loro situazione. La coppia ha sempre preso le distanze e nelle prossime ore si saprà qualcosa di più. In caso di veridicità delle prove trovate per Tiziano Renzi e la moglie Laura ci potrebbero essere ulteriori problemi con la giustizia portati dal fallimento dell’azienda Marmidov. La società prima della chiusura faceva consegne di materiale pubblicitario e volantini.


Immigrato ucciso a Borgo Mezzanone, indagano i carabinieri

Pistoia, 15enne ubriaca a scuola: accertamenti in corso da parte degli inquirenti