Fisco, proroga in arrivo verso i versamenti rottamazione-ter e saldo e stralcio. La comunicazione del Mef con una nota.

ROMA – Fisco, verso una proroga i versamenti rottamazione-ter e saldo e stralcio. Viste le nuove restrizioni dovute alla ripresa dell’epidemia, il Governo è pronto a differire il termine del 1° marzo. A comunicarlo è il Mef in una nota ufficiale, ma non si conoscono ancora le nuove date.

Un aiuto importante per i cittadini alle prese con una crisi economica che non sembra avere fine. Un rinvio che potrebbe essere l’ultimo, visto che a Palazzo Chigi si spera in una ripresa dell’economia già nel prossimo trimestre.

La nota del Mef

A comunicare la proroga è stato lo stesso Mef con una breve nota sul proprio sito: “Il Ministero dell’Economia e delle Finanze comunica che è in corso di redazione il provvedimento che differirà il termine del 1° marzo 2021 per il pagamento delle rate della ‘rottamazione-ter’ e del ‘saldo e stralcio’. Il termine riguarda le rate del 2020 non versate a cui si aggiunge la prima rata del 2021 della rottamazione-ter. Il provvedimento entrerà in vigore successivamente al 1° marzo 2021 e i pagamenti, anche se non intervenuti entro tale data, saranno considerati tempestivi purché effettuati nei limiti del differimento che sarà disposto“.

Soldi euro
Soldi euro

La prima decisione a livello economico del Governo Draghi

La proroga è il primo provvedimento in campo economico del Governo Draghi. Una decisione possiamo dire obbligata per consentire agli italiani di affrontare nel migliore dei modi un motivo non facile per le difficoltà provocate dalla pandemia.

Nei prossimi giorni saranno comunicati ulteriori dettagli. Possibile un rinvio a maggio o giugno per non intervenire più su questo tema. Il Governo, infatti, sera, di poter far ripartire l’economia già nel secondo trimestre, ma la ripresa dei contagi potrebbe ritardare la ripresa. Un ritorno alla normalità che dipende molto dai vaccini.


Birkenstock ‘entra’ in Lvmh: Arnault si assicura gli iconici sandali tedeschi

Alitalia, incontro tra il premier Draghi e i ministri