Primo passo per la costruzione del muro con il Messico. Il Pentagono stanzia il primo miliardo di dollari. Attesa per gli altri fondi.

WASHINGTON (STATI UNITI) – Il muro al confine con il Messico è uno dei principali obiettivi dell’amministrazione Donald Trump. Nonostante l’opposizione dei democratici, il tycoon non ha nessuna intenzione di fermarsi. Il Pentagono ha stanziato il primo miliardo per la realizzazione dell’opera e nelle prossime settimane dovrebbero arrivare gli altri soldi previsti dalla dichiarazione dello stato di emergenza.

La Difesa è al lavoro per trovare il miliardo e mezzo che manca per iniziare la costruzione del muro con il Messico per porre fine all’emergenza migranti che da diverso tempo esiste negli Stati Uniti. I numero dei profughi al confine continua ad aumentare e Donald Trump è pronto ad impedire a molti di loro l’ingresso nel territorio americano.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Dazi Doganali Trump
Fonte immagine: https://www.flickr.com/photos/gageskidmore/5440000583

Dal muro con il Messico alla sanità: i piani di Donald Trump

Non solo il muro con il Messico, Donald Trump in questi ultimi mesi prima delle elezioni dovrà cercare di raggiungere degli obiettivi prefissati negli anni scorsi. E tra questi c’è l’abolizione dell’Obamacare. Secondo quanto riportato dai media locali, la Casa Bianca avrebbe chiesto ad una corte federale la cancellazione della riforma sanitaria fatta dalla precedente amministrazione.

Una decisione che di discosta completamente con quanto fatto nei mesi scorsi. L’ex ministro Jeff Sessions con il suo Dipartimento di giustizia saltavano parte di riforma mentre ora è stata chiesta l’abolizione completa dell’Obamacare.

Donald Trump nelle prossime settimane potrebbe approvare alcune proposte base della sua campagna elettorale di qualche anno fa. L’attuale amministrazione a breve dovrebbe completare gli ultimi obiettivi prima di lasciare spazio ad una nuova legislazione. Le elezioni negli Stati Uniti sono in programma nel novembre 2020 e difficilmente il presidente americano si candiderà nuovamente dopo quanto successo negli ultimi mesi.


Incontro Xi Jinping-Macron, la Cina ordina 300 Airbus

Caos Brexit, il Parlamento dice no ad un terzo accordo con Bruxelles