Fondi russi alla Lega, Salvini riferisce in Parlamento

Fondi russi, Salvini cede e riferisce in Aula. Il Pm: “Inutile sentirlo”

Matteo Salvini riferisce in Aula sul caso dei fondi russi alla Lega. Il vicepremier: “Vado in Parlamento bisettimanalmente”.

Matteo Salvini riferisce in Parlamento sui presunti fondi russi alla Lega. La conferma arriva proprio dal vicepremier leghista, intervenuto ai microfoni dei giornalisti. Intanto il pm Greco, parlando delle indagini che vedono Savoini nel registro degli indagati, ha fatto sapere che, almeno per il momento, non è utile ai fini investigativi ascoltare il vicepremier.

Fondi russi alla Lega, Matteo Salvini riferisce in Aula

Dopo le pressioni, del Movimento Cinque Stelle, del Premier Conte e del Pd, il leader della Lega Matteo Salvini ha fatto sapere di essere intenzionato a riferire in Parlamento sul caso dei fondi russi. E lo farà in occasione del prossimo question time.

“Certo che vado in Parlamento. È il mio lavoro. Ci vado bisettimanalmente e per il question time durante il quale rispondo su tutto lo scibile umano, sempre”, ha dichiarato il Ministro dell’Interno.

Matteo Salvini
Fonte foto: https://www.facebook.com/salviniofficial

Di Maio, Salvini deve riferire in parlamento dando modo alla maggioranza di difenderlo

Anche Luigi Di Maio nelle ultime ore era tornato a invitare caldamente il collega vicepremier a comparire in Aula per riferire in Parlamento in modo da poter chiarire la sua posizione agli occhi degli italiani e anche dei pentastellati, intenzionati a fare chiarezza sulla situazione.

“Secondo me Salvini deve andare a riferire in Parlamento sulla questione Russia. Sono sicuro che ci andrà e così ci darà anche modo come maggioranza di difenderlo. Soprattutto se si ritiene di essere strumentalizzati, ben venga un chiarimento in Parlamento perché parlare davanti al Parlamento è l’occasione per chiarire non ai parlamentari ma agli italiani”.

Luigi Di Maio
Luigi Di Maio

Il numero uno del MoVimento Cinque Stelle ha poi commentato l’incontro tra Salvini e le parti sociali per discutere della prossima manovra economica.

“Chi vuole incontrare i sindacati lo può fare, quello che però mi dà noia in questo momento, è che lo si faccia per sviare da una questione molto più grande che è quella di un vice primo ministro che secondo me deve andare a riferire in Parlamento sulla questione Russia“.

ultimo aggiornamento: 16-07-2019

X