Lo Stato paga il TFR che spetta ai lavoratori di aziende insolventi

Il Fondo di Garanzia per il TFR, istituito nel 1982, protegge i diritti di tutti quei lavoratori che per i motivi più vari non si vedono corrisposto il trattamento di fine rapporto.

Chi deve percepire il TFR?

Tutti i lavoratori dipendenti hanno diritto a percepire quella che comunemente viene definita liquidazione. Il trattamento di fine rapporto è assicurato sempre, quale che sia il motivo della cessazione del rapporto lavorativo (cessione dell’azienda, incompatibilità ambientali, dimissioni etc). Soltanto alcune categorie di lavoratori come i giornalisti professionisti, i lavoratori autonomi (liberi professionisti), i lavoratori assunti con un contratto Co.Co.Co., i dipendenti dei comuni e altri non percepiranno il TFR a conclusione del loro rapporto lavorativo con il datore di lavoro.
La somma del TFR viene accumulata durante gli anni in cui il dipendente è sotto contratto con un datore di lavoro: da ogni busta paga viene sottratta una certa somma destinata alle casse dell’azienda. L’azienda potrà utilizzare tale denaro come meglio ritiene ma sarà tenuta a versarlo al lavoratore con tutte le maggiorazioni previste dalla legge.

Il Fondo di Garanzia per il TFR

Si tratta di un fondo creato dallo Stato con la legge del 29 Maggio 1982 (art.2) allo scopo di sostituirsi ai datori di lavoro che non possono corrispondere il trattamento di fine rapporto ai propri dipendenti secondo i termini previsti dalla legge. In alterativa o in aggiunta alla somma corrispondente al trattamento di fine rapporto, il fondo può erogare al lavoratore anche le ultime tre mensilità, secondo l’articolo 2120 del Codice Civile.
Un lavoratore può chiedere l’intervento del Fondo di Garanzia per la liquidazione del proprio TFR presso la sua sede INPS di riferimento compilando un apposito modulo cartaceo distribuito in ogni sede INPS o in alternativa scaricando il modulo appropriato dal sito www.inps.it. E’ possibile chiedere l’intervento del Fondo di Garanzia dopo la cessazione definitiva di un rapporto di lavoro con un’azienda o un ente per cui sia stato dichiarato e riconosciuto lo stato passivo.

certificato_unicasim


Calcolo del Finanziamento, come procedere

Tasso Interno di Rendimento dei titolo di Stato