Ford Mustang: cattiva dentro

La Ford Mustang, muscle car per eccellenza a stelle e strisce, è per la prima volta in vendita ufficialmente anche in Europa. La più cattiva ha un motore 5 litri V8 da 418 cavalli.

Dire muscle car e dire Ford Mustang, è la stessa cosa, tanto la vettura dell’Ovale Blu è entrata nell’immaginario popolare non soltanto in America – qui è nata nel 1964 -, ma ovunque nel mondo dove ci siano appassionati di auto sportive a stelle e strisce. Buona parte di un simile successo planetario va al cinema che l’ha resa immediatamente vedette con il celeberrimo Bullitt. Nella pellicola del 1968 il tenente della polizia di San Francisco Frank Bullit, magistralmente interpretato da Steve McQueen, al volante di una Mustang si esibisce in rocamboleschi quanto spettacolari inseguimenti e fughe, dimostrando le notevoli potenzialità della vettura e le straordinarie capacità di guida di McQueen che non volle alcuna controfigura.

Da allora la Ford Mustang è stata realizzata in una infinità di versioni ed allestimenti ulteriormente ampliati dalla possibilità data, sin dall’inizio, ai clienti di poterla personalizzare con un’altrettanto infinita gamma di accessori. Risultato, la Mustang è stata ed è ancora una delle vetture più popolari negli Stati Uniti, ha saputo infatti passare indenne tra epoche e mode. Fu ideata per i cosiddetti Baby Boomers, cioè quei giovani nati subito dopo la fine della seconda guerra mondiale che avevano voglia di scalare in fretta la scala sociale. I primi guadagni spesso servivano proprio ad acquistare la sportiva dell’Ovale Blu. Oggi i loro nipoti e pronipoti continuano a sfoggiarla davanti alle discoteche alla moda di mezzo mondo.

Con simili premesse è logico che in Casa Ford la Mustang meriti particolare attenzione, ecco dunque disponibile anche sul mercato europeo l’ultima versione, presentata a Los Angeles lo scorso autunno. l’iconica silhouette è stata sviluppata per restare fedele alla tradizione, ma anche per
offrire la migliore efficienza aerodinamica e garantire una ottimale tenuta di strada.

«Il frontale pronunciato in avanti resta fedele al tradizionale stile “shark-bite” della Mustang, arricchito di dinamismo e del carattere di un’auto nata per dominare la strada, ma l’aerodinamica è stata messa a punto per fendere l’aria con il coefficiente di attrito più basso, garantire la massima aderenza con l’asfalto e migliorare i consumi anche a velocità elevate – ha dichiarato Dave Pericak, ingegnere capo del progetto Mustang – I nostri esperti hanno trovato la quadratura del cerchio realizzando una Mustang affascinante ma che allo stesso tempo è la più aerodinamica di sempre, senza intaccarne il carattere o renderla più anonima».

Due fenditure verticali ricavate ai lati della fascia centrale del paraurti consentono all’aria di defluire verso dei canali posizionati all’interno dei passaruota, direzionando i flussi verso l’esterno dei cerchi. Tale soluzione non soltanto riduce efficacemente il carico aerodinamico, ma permette di ammirare il raffinato design dei cerchi in lega leggera. Uno splitter anteriore fa sì che l’aria
spinga l’auto verso il basso, massimizzando il grip delle gomme. Le aggressive fenditure presenti sul cofano della Mustang GT 5.0 amplificano ulteriormente questo effetto.

Per la prima volta dopo oltre 50 anni di storia, la Mustang è ufficialmente in vendita anche in Europa. Due i motori disponibili: EcoBoost 2.3 da 314 cavalli o V8 5.0 da 418 cavalli, entrambi con cambio manuale o automatico, sia nella versione Fastback che Convertible.

Il V8 5.0 litri aspirato eroga 418 cavalli e 530 Nm di coppia massima. Ciò consente alla Mustang GT Fastback, di passare da 0 a 100 km/h in 4,8 secondi. Per chi si sente Bullitt è disponibile il Line Lock, un sistema che consente di intervenire solo sui freni anteriori, in modo che burnout e sgommate da fermo diventano un “gioco da ragazzi” anche per chi non sa guidare come Steve McQueen.

Tutte le Mustang europee sono dotate di serie di Performance Pack che consente di modificare assetto e stile di guida, cerchi in lega da 19 pollici e i freni maggiorati. La nuova Mustang è inoltre dotata del nuovo sistema di connettività e comandi vocali avanzati SYNC 2, con schermo touch da 8”. Gli appassionati potranno scoprire tutte le possibili personalizzazioni della Mustang sia attraverso un’app per tablet e smartphone, sia attraverso il configuratore on-line, all’indirizzo www.ford.it/Configura/NewMustang.

Clicca sulle foto per ingrandirle ed entrare nella galleria fotografica

ultimo aggiornamento: 07-07-2015

X