L’analisi del weekend della Ferrari nel GP dell’Emilia Romagna. Un fine settimana difficile per la scuderia di Maranello.

IMOLA (BOLOGNA) – E’ stato un weekend ancora difficile per la Ferrari. Il GP dell’Emilia Romagna ha confermato (in parte) i miglioramenti visti a Portimao. Il cammino è ancora molto lungo, ma la strada intrapresa sembra essere quella giusta.

Il quinto posto di Leclerc è sicuramente un risultato che consente di guardare al futuro con fiducia. Il lavoro non manca, con l’errore nel pit stop di Vettel che ha compromesso la gara del tedesco.

Il weekend di Leclerc a Imola

Charles Leclerc si conferma ancora una volta il migliore in casa Ferrari. Per il monegasco una qualifica più difficile rispetto a Portimao. Una settima posizione che non ha assolutamente soddisfatto il pilota.

La buona partenza, però, ha permesso al numero 16 della Rossa di recuperare una posizione e rimanere a contatto con i primi. Il quinto posto è stato il massimo per il monegasco. Le gomme bianche, infatti, non hanno aiutato Leclerc durante la ripartenza dopo l’incidente di Verstappen. Un risultato non positivo ma che consente di guardare con fiducia al futuro.

Ferrari
Ferrari

Vettel in difficoltà

Continua, invece, il momento difficile per Sebastian Vettel. Il tedesco non è riuscito ad incidere sin dalle qualifiche. Il quindicesimo posto non ha rispettato le aspettative del ferrarista. Una gara ancora più difficile per il futuro pilota dell’Aston Martin.

La strategia sembrava essere quella giusta per ritornare nei primi otto, ma un errore al pit stop ha riportato indietro Vettel. Un nuovo weekend deludente per il tedesco che spera di poter chiudere al meglio la stagione con la scuderia di Maranello.

Il rapporto sembra essere ormai ai minimi storici e nelle prossime ore si dovranno ricucire tutti gli strappi per consentire alla Ferrari di terminare al meglio il Mondiale.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
ferrari gp emilia romagna motori News

ultimo aggiornamento: 03-11-2020


Hamilton spaventa la Mercedes: “Non so se sarò qui l’anno prossimo…”

Bonus bici, il 3 novembre il click day: come ottenerlo e chi ne ha diritto