La Formula 1 si prepara a partire dopo lo stop per emergenza coronavirus. Ross Brawn: “La procedura del podio non potrà avvenire come prima”.

Formula 1, salta la cerimonia del podio alla luce delle nuove regole post coronavirus. Le regole sono evidentemente stringenti e cambieranno inevitabilmente alcuni riti tradizionali della competizione.

Logo Formula 1 2020
fonte foto https://twitter.com/F1Media

Le regole anti-coronavirus

Cambia innanzitutto il regolamento per l’accesso al paddock. Cambiano i viaggi, con le squadre che viaggeranno scaglionate. Gli addetti ai lavori dovranno sottoporsi al test sierologico entro le settantadue dalla partenza, mentre in autodromo dovranno sottoporsi al tampone.

“Anche la sfilata dei piloti prima della gara non avrà luogo: non possiamo mettere 20 concorrenti sul retro di un camion e fare il giro della pista, quindi intervisteremo ciascuno di loro davanti ai garage. Ci sono tanti modi in cui possiamo impegnarci senza compromettere la salute e la sicurezza: sono certo al 100% che lo renderemo un prodotto accattivante ed entusiasmante, sarà solo diverso. Questa è la nuova norma: non so quanto durerà, ma sicuramente saranno le regole per il resto dell’anno”, ha dichiarato Brawn

Monza 06/09/2019 – prove libere F1 / foto Insidefoto/Image Sport nella foto: Lewis Hamilton

Formula 1, Brawn: “La procedura del podio non potrà avvenire come prima”

La procedura sul podio non potrà più avvenire come prima, ma stiamo pensando a qualcosa da fare sulla griglia dopo la gara“, ha dichiarato Ross Brawn al sito della F1. “Una possibilità sarebbe di allineare le auto in pista con i conducenti fermi davanti alle auto perché non possiamo più avere persone nelle vicinanze, né personalità che presentano e consegnano i trofei: abbiamo piani e procedure e stiamo esaminando come presentarle in Tv“.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
coronavirus evidenza Formula 1 motori

ultimo aggiornamento: 15-06-2020


Formula 1 virtuale, in Canada vince Russell. Il britannico conquista il Mondiale

MotoGP, Miller: “Voglio vincere il Mondiale con la Ducati”