La Formula 1 e la MotoGP omaggiano l’Italia. Sono diversi i post per festeggiare il titolo europeo conquistato.

ROMA – La Formula 1 e la MotoGP omaggiano l’Italia. Una serata che ha visto i piloti mettersi davanti alla televisione e non sono mancate le sorprese tra i post. Grande tifo per i colori azzurri da parte di Charles Leclerc, Nicholas Latifi e Kimi Raikkonen.

Il monegasco ha postato una storia con la foto del gol di Bonucci e la scritta “Andiamo“. Anche il pilota della Williams e il finlandese hanno voluto omaggiare gli Azzurri.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Piloti italiani in festa

Grande festa sia per i piloti che per le squadre italiane. Da Valentino Rossi ad Antonio Giovinazzi sono diversi i post sui social per festeggiare il titolo europeo. E il pugliese potrebbe presentare questo weekend a Silverstone con un casco tricolore. Una scelta che rischia di riaprire ferite nei tifosi inglesi presenti sugli spalti del circuito britannico.

Antonio Giovinazzi
Antonio Giovinazzi

Anche Ferrari, Aprilia e AlphaTauri hanno deciso di festeggiare il titolo conquistato dagli uomini di Roberto Mancini a Wembley. Si tratta sicuramente di un successo importante per i team, che nei prossimi appuntamenti potrebbero presentarsi in pista con un gesto per festeggiare Chiellini e compagni.

Inglesi delusi

Chi non festeggia, invece, sono i piloti inglesi. Da Lewis Hamilton a Lando Norris, la delusione sui social è stata immediatamente espressa con alcuni post. Non sarà semplice per loro dal punto di vista calcistico mettersi alle spalle questa sconfitta.

Ma per loro ci sarà la possibilità di riscattarsi subito in pista. Entrambi, infatti, hanno dimostrato di poter lottare per la vittoria e la gara in casa potrebbe consentire di restituire anche una gioia ai tifosi. Una festa che rischia di essere rovinata da Max Verstappen, uno delle grandi sorprese di questo inizio di stagione della Formula 1. E attenzione alle sorprese.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non


Caso Gkn, convocato tavolo al Mise

Partenze in salita: come effettuarle correttamente con auto e moto