Formula 1, il GP del Belgio è destinato a dare vita a nuovi tensioni nel circus. In molti contestano la decisione di far correre solo tre giri.

STAVELOT (BELGIO) – E’ sicuramente la pioggia l’assoluta protagonista del GP del Belgio, dodicesimo appuntamento con il Mondiale di Formula 1. Le condizioni della pista e gli incidenti dei giorni scorsi ha portato il direttore di gara Masi di far correre solamente tre giri dietro la safety car e poi decidere l’annullamento della gara.

Una scelta che ha confermato la griglia di partenza e assegnato solamente metà punti. Decisione che non ha accontentato tutti, con Hamilton furioso. Il britannico dall’inizio aveva chiesto di non correre visto l’equilibrio che c’è in questo Mondiale. E’ alto il rischio, infatti, di un titolo iridato deciso da questa gara.

Formula 1, il GP del Belgio

Subito un colpo di scena. Durante il warm-up Perez è finito a muro e non prenderà parte alla gara. Non una buona notizia per il Mondiale della Red Bull. Partenza ritardata per le condizioni meteo.

Dopo diversi rinvii e molte opzioni valutate, si è deciso di correre solamente tre giri dietro la safety car. Questo ha permesso a Russell di conquistare il podio alle spalle di Verstappen, ma davanti ad Hamilton. Non sono mancate le polemiche per questa scelta e sicuramente rischia di essere un precedente per il futuro.

Green Pass obbligatorio, le regole dal 15 ottobre

Max Verstappen
Max Verstappen

La classifica

Ora la classifica vede Lewis Hamilton in testa con 202,5 punti seguito da Max Verstappen (199,5) e Norris (113). In casa Ferrari Sainz (83,5) davanti a Leclerc (82) in sesta e settima posizione. Una situazione sicuramente molto strana e che rischia decidere il Mondiale e le polemiche non sono mancate.

ultimo aggiornamento: 29-08-2021


MotoGP, dominio di Fabio Quartararo a Silvestone. Podio storico per l’Aprilia

Cosa si può fare in zona Gialla? Bisogna indossare la mascherina? Bar e ristoranti sono aperti? Le faq del governo