Formula 1, il GP di Imola a porte chiuse. Bonaccini: “Speriamo sia l’ultima volta senza pubblico”.

BOLOGNA – Il GP di Imola a porte chiuse. La conferma è arrivata dal presidente Bonaccini a margine di un evento all’Ospedale Maggiore di Parma. “Il Gran Premio del prossimo 18 aprile sarà a porte chiuse, proprio come quello dello scorso anno. Spero sia l’ultima volta senza pubblico. Speriamo che il prossimo anno torni di nuovo la Formula 1 e ci possa essere tanta gente. Vorrebbe dire che abbiamo vinto la sfida“, le parole del governatore riportate dal Corriere dello Sport.

Il Gran Premio di Imola a porte chiuse

Weekend senza pubblico a Imola. Le speranze di poter aprire le porte agli appassionati per il secondo appuntamento con la Formula 1 erano quasi nulle e la conferma di un fine settimane con gli spalti vuoti è stata data direttamente dal governatore Bonaccini.

La situazione sanitaria italiana non consente agli eventi sportivi di svolgersi con la presenza degli spettatori. Per questo la misura delle porte chiuse sarà inserita anche nel prossimo dpcm. La speranza da parte della Formula 1 e degli appassionati italiani è quella di poter vedere Monza con il pubblico (almeno in parte). Le possibilità ci sono, ma molto dipenderà dall’andamento delle vaccinazioni nei prossimi mesi.

GP Formula 1
GP Formula 1

La Formula 1 saluta Imola con le porte chiuse?

Una grande occasione persa per Imola. Per due anni consecutivi, infatti, il Gran Premio si è dovuto disputare a porte chiuse e la conferma nel calendario nel 2022 non è assicurata.

Le istituzioni locali sono al lavoro per far ritornare il circus anche il prossimo anno, ma il Mondiale 2022 non dovrebbe avere le restrizioni della pandemia e, per questo, si ritornerà anche su piste che in questo periodo hanno dovuto alzare bandiera bianca. Una conferma per Imola molto difficile ed è alto il rischio di dover salutare la Formula 1 senza aver aperto le porte al pubblico.


Briatore, “Sarà difficile per la Ferrari fare podi”

MotoGP, orari e info streaming del GP di Doha