Charles Leclerc penalizzato in Brasile. Il cambio del motore potrebbe costare dieci posizioni in griglia al monegasco.

SAN PAOLO (BRASILE) – Charles Leclerc penalizzato in Brasile. Il guasto avuto nelle terze prove libere di Austin costa caro al monegasco che potrebbe partire nelle retrovie per il cambio del motore. Almeno dieci le posizioni in griglia perde dal pilota della Ferrari che, così, sarà chiamato ad una rimonta a San Paolo.

Per Leclerc fondamentali le qualifiche. Una pole position potrebbe consentire al pilota di Montecarlo di partire nei primi dieci. E poi sperare di rimanere fuori dai guai alla prima curva per tentare una scalata anche se non sarà affatto semplice.

La Ferrari ci crede, Binotto: “Possiamo fare grandi cose”

Una power unit nuova (dovrebbe essere un prototipo del 2020) per Charles Leclerc con Binotto che crede in un finale stagione da protagonista per la Ferrari: “La sua si è danneggiata ad Austin e per questo abbiamo optato per la sostituzione. Montare una unità usata non ci permetteva di esprimere la massima potenza e per questo si è deciso di cambiare. Perderemo delle posizioni in griglia ma se non altro a San Paolo ci aspettiamo di tornare ai livelli consueti di performance e di poter lottare con spirito combattivo per finire in crescendo la stagione“.

Charles Leclerc
fonte foto https://twitter.com/pirellisport

Leclerc fiducioso: “Si tratta di una pista imprevedibile”

Fiducia anche tra i piloti. Leclerc spera in una gara da protagonista: “Le condizioni del tracciato variano di giorno in giorno e per questo possono risultare una variabile che rimescolano le carte in tavola“. Per Vettel difficile fare pronostici in questo momento: “Questa gara è sempre una incognita. Non so per quale motivo ma in questi luoghi succede sempre qualcosa di particolare. E se non accade nulla di pazzo in questa stagione, allora vuol dire che succederà la prossima stagione“.

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
Charles Leclerc GP Brasile motori san paolo

ultimo aggiornamento: 12-11-2019


Verstappen ‘avverte’ Hamilton: “Stanno arrivando le nuove generazioni, io voglio il Mondiale”

Formula 1, la Toro Rosso non cambia: Kvyat e Gasly confermati per il 2020