Formula 1, le prove libere del GP d’Austria. Subito sfida Hamilton-Verstappen. Leclerc e Sainz confermano i progressi della Ferrari.

SPIELBERG (AUSTRIA) – Le prime due sessioni di prove libere del GP d’Austria, nono appuntamento con il Mondiale del GP d’Austria, hanno confermato un duello tra Hamilton e Verstappen. In mattinata l’olandese ha piazzato il miglior crono davanti alle due Ferrari, mentre nel pomeriggio la Mercedes ha risposto presente con Hamilton davanti a Bottas e il leader del Mondiale.

Una seconda sessione di prove libere caratterizzata da qualche goccia di pioggia che non ha permesso ai piloti di poter ottenere maggiori dati sulle gomme. Il passo gara, comunque, ha confermato un solito duello tra Mercedes e Red Bull per la vittoria.

Ferrari conferma i progressi

Per la Ferrari è stato un venerdì positivo. La Rossa ha confermato i progressi della scorsa settimana nonostante una seconda sessione di prove libere nelle retrovie. Tempi condizionati dalla pioggia, ma il passo gara sembra essere molto simile a quello dell’ultimo weekend e ci aspettiamo una domenica molto simile alla precedente.

Da valutare, invece, il discorso qualifiche. Il sabato ha evidenziato un passo in avanti mentre il pomeriggio il meteo incerto non ha permesso a Leclerc e Sainz di fare un giro con la gomma soft. La prossima sessione, quindi, sarà fondamentale per avere maggiori informazioni in ottica gara.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Carlos Sainz
Carlos Sainz

Il rischio pioggia

Una gara che resta comunque molto incerta per il rischio pioggia. Le previsioni sembrano confermare una domenica bagnata e per questo tutte le previsioni potrebbero essere stravolte. Condizioni meteo decisive per capire chi sarà in grado di competere per la vittoria, con Mercedes e Red Bull ancora favorite.

Per la Ferrari l’obiettivo resta quello di confermare la crescita della scorsa settimana e chiudere davanti alla McLaren. E il podio non sembra essere un sogno impossibile se lì davanti sbagliano.


Leclerc “prova” la Ferrari del 2022

Alitalia, via libera di Bruxelles ai ristori per oltre 39 milioni di euro