Formula 1, la Sprint Race del GP d’Italia. Bottas vince davanti a Verstappen e Ricciardo. Quinto Lewis Hamilton.

MONZA – La Sprint Race del GP d’Italia, quattordicesimo appuntamento con il Mondiale di Formula 1, è vinta da Valtteri Bottas davanti a Verstappen e Ricciardo. Quarto Norris che precede Hamilton, Leclerc, Sainz, Giovinazzi, Perez e Stroll.

Formula 1, la Sprint Race

Tutto pronto per la Sprint Race. Partenza completamente sbagliata da Hamilton con Bottas davanti a Verstappen e Norris. Il britannico si trova anche dietro Ricciardo. Fuori Gasly per un contatto proprio con l’australiano. Alla ripartenza non succede praticamente nulla. La vittoria va a Bottas che, per una penalità, domenica partirà in fondo alla griglia. Verstappen, quindi, in pole position davanti a Ricciardo, Norris e Hamilton. Terza fila per la Ferrari.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Valtteri Bottas
Valtteri Bottas

La griglia di partenza del GP d’Italia

Di seguito la griglia di partenza del GP d’Italia.

Prima fila – 1° Max Verstappen (Red Bull); 2° Daniel Ricciardo (McLaren)

Seconda fila – 3° Lando Norris (Red Bull); 4° Lewis Hamilton (Mercedes)

Terza fila – 5° Charles Leclerc (Ferrari); 6° Carlos Sainz (Ferrari)

Quarta fila – 7° Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo); 8° Sergio Perez (Red Bull)

Quinta fila – 9° Lance Stroll (Aston Martin); 10° Fernando Alonso (Alpine)

Sesta fila – 11° Sebastian Vettel (Aston Martin); 12° Esteban Ocon (Alpine)

Settima fila – 13° Nicholas Latifi (Williams); 14° George Russell (Williams)

Ottava fila – 15° Yuki Tsunoda (AlphaTauri); 16° Nikita Mazepin (Haas)

Nona fila – 17° Robert Kubica (Alfa Romeo); Mick Schumacher (Haas)

Decima fila – Pierre Gasly (AlphaTauri); 20° Valtteri Bottas (Mercedes)*

*penalizzato per cambi di pezzi

Formula 1, la terza sessione di prove libere

Una terza sessione di prove libere che ha confermato una Mercedes in palla con Hamilton e Bottas davanti a Verstappen e Perez. Settimo Giovinazzi. Attimi di paura, invece, per Sainz. L’incidente non dovrebbe mettere a rischio la sua partecipazione alla gara veloce. Problemi anche per Leclerc, costretto a mettere la prima power unit della stagione, ma c’è timore sull’affidabilità.


MotoGP, prima fila Ducati ad Aragon: Bagnaia davanti a Miller

Green Pass obbligatorio per tutti i lavoratori: il piano del governo